cipolline-in-agrodolce-bonucci
Contorni

Cipolline in agrodolce

Dario Pierazzuoli
  • Difficoltà: 1
  • Costo: 1
  • Preparazione: 2
  • Dosi: 4

La cipolla ha origini molto antiche. Era adorata dagli Egizi, apprezzata molto dai romani fino a diventare una moneta di scambio nel medioevo.
La cipolla borettana che andiamo a utilizzare per questa ricetta ha avuto origine in Emilia Romagna nel comune di Boretto da cui prende il nome, dove è stata coltivata fin dal 1400.
In Italia è conosciuta anche come cipolla piatta di Como o di Rovato.
E’ una varietà molto diffusa anche nell’industria dei sottaceti e non rappresenta soltanto un semplice contorno ma è servita solitamente sia come antipasto con salumi o come accompagnamento a secondi a base sia di carne o di pesce grazie alla sua versatilità.

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!

Ingredienti

Istruzioni

  1. Pulire le cipolline dalle foglie esterne.
  2. Lavarle accuratamente sotto l'acqua.
  3. In un tegame preparare il burro sciolto con l'aceto e lo zucchero.
  4. Aggiungere nel sughetto le cipolline e girare, unire le foglie d'alloro e i grani di pepe.
  5. Aggiustare di sale, se necessario aggiungere un po' di brodo, lasciar ritirare per circa 40 minuti.
  6. Le cipolline sono pronte quando il sughetto caramella e si forma una pellicina in superficie.
Print Recipe

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi