menù pasqua

Asparagi, tagliolini, polpettone e colomba ripiena: ecco il menù di Pasqua

Monica Face
2

Indice

     

    Uova, carciofi, asparagi, agnello, formaggi e salumi: quando si tratta di festeggiare la Pasqua ci sono alcuni ingredienti che proprio non possono mancare sulla tavola. Dalle colazioni mattutine, come quella romana, fino al pranzo, infatti, le famiglie italiane colgono l’occasione per sfoderare le migliori ricette tradizionali: vediamo allora insieme 4 proposte per un menù di Pasqua, tutte perfette per la festa.

    Menù di Pasqua: 4 ricette per il vostro pranzo domenicale

    Vi abbiamo già dato molte idee sugli antipasti di Pasqua, soffermandoci in particolare sulle ciambelle salate. Vi abbiamo stuzzicato con suggerimenti su come cuocere le costolette. Oggi vogliamo arricchire le proposte fornendovi un menù completo per l’occasione, dall’antipasto al dolce.

    Asparagi al forno

    In alternativa, o magari in aggiunta, al classico casatiello, gli asparagi lessati e poi infornati dopo essere stati avvolti in prosciutto e formaggio, possono rappresentare un ottimo antipasto.

    asparagi al forno

    Max_555/shutterstock.com

    Ingredienti per 4-6 persone

    • 400 g di asparagi
    • 150 g di fontina
    • 150 g di prosciutto cotto
    • q.b. di sale
    • q.b. di olio extravergine
    • q.b. di parmigiano

    Procedimento

    1. Per prima cosa, mondate gli asparagi eliminando la parte più legnosa. Fateli lessare lasciandoli leggermente al dente. Prendete quindi una pirofila e rivestitela di carta forno.
    2. Aprite le fettine di prosciutto, sistematevi all’interno un po’ di formaggio, poi aggiungete 3 o 4 asparagi e chiudeteli a involtino, adagiandoli poi nella pirofila. Concludete salando e spolverizzando con un po’ di parmigiano e versando un filo di olio. Infornate a 180° C per 25-30 minuti, sfornate e servite tiepidi.

    Tagliolini con ragù di carciofi e agnello

    Quando i carciofi incontrano l’agnello, il ragù non può che essere favoloso. In questo caso ve lo suggeriamo come condimento di tagliolini all’uovo, ma potete scegliere il formato di pasta che preferite.

    tagliolini fatti in casa

    anna.q/shutterstock.com

    Ingredienti per  6-8 persone

    • 650 g di tagliolini all’uovo
    • 500 g di polpa di agnello
    • 5 carciofi
    • 1 limone
    • 1 scalogno
    • 1 cipolla
    • 1 carota
    • 1 costa sedano
    • 1 bicchiere di vino bianco
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe
    • 300 ml di brodo vegetale
    • q.b. di olio di oliva extravergine
    • q.b. di parmigiano

    Procedimento

    1. La prima cosa da fare è preparare il ragù di agnello. Mondate una carota, il sedano, la cipolla e preparate un trito facendoli cuocere in padella con un filo di olio. Quando saranno rosolati, aggiungete la polpa di agnello e fate cuocere per cinque minuti o comunque fino a che la carne risulterà cicatrizzata. A questo punto versate il vino e fate evaporare.
    2. Proseguite la cottura a fuoco basso per almeno 30 minuti, aggiungendo di tanto in tanto un paio di mestoli di brodo vegetale. Salate e assaggiate per verificare che la carne sia tenera.
    3. Nel frattempo, preparate una ciotola con acqua e il succo del limone. Pulite i carciofi eliminando il gambo e le foglie esterne. Divideteli a metà e poi ancora in spicchi rimuovendo la barba interna e metteteli nella ciotola con acqua e limone: in questo modo non diventeranno scuri.
    4. Prendete una padella dal fondo antiaderente, fate scaldare un filo di olio e poi mettete a dorare lo scalogno precedentemente mondato e tagliuzzato. Aggiungete i carciofi a spicchi e fateli cuocere per almeno 10 minuti, dopo aver salato.
    5. Una volta cotti, versate i carciofi nel ragù di agnello e fate insaporire. A parte, lessate i tagliolini, scolateli molto al dente, versateli nella padella del ragù e fate mantecare. Aggiungete, se occorre, un mestolo di acqua di cottura e, infine, un filo di olio. Impiattate e servite con un po’ di pepe macinato fresco e una spolverizzata di parmigiano.

    Polpettone con uova sode in crosta di speck croccante

    Se per Pasqua volete proporre un secondo diverso, invece delle costolette di agnello, ho pensato a questa ricetta del polpettone farcito con uova sode e rivestito con una crosta di speck croccante.

    polpettone con uovo

    AS Food studio/shutterstock.com

    Ingredienti per 6-8 persone

    • 450 g di macinato misto
    • 200 g di pane raffermo
    • 80 g di speck
    • 6 uova
    • 6-7 patate medie
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe
    • q.b. di rosmarino
    • q.b. di olio extravergine di oliva

    Procedimento

    1. Per prima cosa, mettete il pane raffermo a bagno con l’acqua. Cuocete 4 uova sode e tenetele da parte. Prendete il pane, scolatelo e strizzatelo molto bene. Mettelo in una capiente ciotola, aggiungete la carne macinata, sale, pepe, 2 uova e mischiate tutto con le mani fino a rendere il composto omogeneo.
    2. Stendete l’impasto su un piano di lavoro creando un rettangolo. Sgusciate le uova sode e sistematele al centro. Arrotolate la carne su se stessa creando un cilindro. Rivestite la superficie di fette di speck, poi adagiate il polpettone in una pirofila rivestita di carta forno. Sbucciate le patate, tagliatele a pezzi, salate e aggiungete il rosmarino. Condite tutto con l’olio.
    3. Infornate a forno caldo a 180° C per 30-35 minuti. Se doveste rendervi  conto che la superficie tende a diventare troppo croccante, coprite il polpettone con la carta stagnola e proseguite la cottura. Sfornate e fate riposare 10 minuti prima di servire.

    Colomba farcita con crema diplomatica e fragole

    Vi abbiamo già detto come preparare la colomba in casa e per renderla ancora più speciale vi suggeriamo di presentarla farcita con una golosa crema con fragole.

    colomba farcita con crema

    YouMediaWeb Publishing/shutterstock.com

    Ingredienti per 8 persone

    • 1 colomba tradizionale
    • 70 g di zucchero
    • 80 g di farina
    • 20 g di zucchero a velo
    • 4 tuorli d’uovo
    • 500 ml di latte
    • un baccello di vaniglia
    • 200 ml di panna fresca da montare
    • 300 g di fragole

    Procedimento

    1. Per prima cosa, mettete a scaldare il latte in una pentolino, senza portarlo a bollore. Aprite la bacca di vaniglia e, con un coltellino estraete, la polpa e mettetela in infusione nel latte. In un’altra pentola, montate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi. Aggiungete la farina incorporandola un po’ alla volta, per evitare di formare i grumi. Versate quindi il latte a filo, continuando a girare.
    2. Fate cuocere a fiamma molto bassa. Quando avrà raggiunto il bollore, proseguite ancora due minuti, poi spegnete e fate raffreddare girando spesso o coprendola con la pellicola a contatto per evitare che si formi la patina in superficie.
    3. Lavate e affettate le fragole e mettetele da parte, tenendone da parte 3 o 4 intere per la decorazione. Montate la panna assieme allo zucchero a velo, poi aggiungetela alla crema ormai fredda, versando un cucchiaio per volta e girando dall’alto verso il basso per evitare che si smonti.
    4. Tagliate la colomba in senso orizzontale, creando tre strati. Versate la crema sul primo strato. Farcite con le fettine di fragole, poi passate al secondo strato, tenendo da parte un paio di cucchiai di crema e infine coprite con la parte finale.
    5. Versate un paio di cucchiai di crema al centro della colomba e fatevi aderire qualche fragola per creare una nota di colore.

     

    Cosa ne dite di questo menù? Seguirete queste idee o manterrete fede alla tradizione preparando le ricette di famiglia? Fateci sapere cosa cucinerete.

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *