basilico giapponese

Egoma: pianta aromatica e rimedio naturale

Francesca Bono

Egoma, perilla o shiso, chiamatela come volete, ma sappiate che garantisce diversi benefici e può essere utilizzata in diverse ricettazioni. Simile al basilico per aspetto, è una pianta aromatica utilizzata sia in cucina che come rimedio naturale. Le origini sono asiatiche e per le molteplici proprietà, quest’anno è diventata argomento di interesse per giornalisti e chef.

Egoma: Caratteristiche e Proprietà

Cos’è l’Egoma?

egoma

L’egoma viene coltivata principalmente in Cina, Giappone e Corea, India e Vietnam. Ne esistono molte varietà che si differenziano per foglie lisce o arricciate, verdi o sfumate di viola, sino al viola scuro. Può essere utilizzata anche semplicemente come pianta ornamentale e state già facendo un pensierino per il vostro spazio verde, sappiate che la coltivazione è molto facile, i semi piccoli e rotondi germogliano senza problemi e la crescita è abbastanza veloce. Vive bene sia nel terreno che in vaso.

Proprietà e benefici

fiori egoma

L’egoma è considerato dalla tradizione erboristica un utile rimedio naturale per le sue proprietà e i benefici che assicura. In particolare sono i suoi semi ad essere considerati preziosi. Ricchi di omega 3 e omega 6, consentono di contrastare il colesterolo e i disturbi cardiovascolari e mantenere la pelle bella e giovane. Contengono anche flavonoidi, composti chimici naturali, che svolgono un’azione contro le allergie quali asma, riniti e dermatiti atopiche. La pianta, secondo la tradizione erboristica, ha inoltre proprietà aromatiche, digestive, toniche e antibatteriche.

L’Egoma in Cucina

Non si butta via proprio niente di questa pianta asiatica! Le foglie fresche possono essere utilizzate come condimento o contorno, ad esempio per accompagnare pesce fresco. I semi si usano nei condimenti e per l’estrazione di un olio commestibile, ricco di acidi grassi polinsaturi, come gli omega 3 e omega 6. In insalata o cotta, nelle minestre o per preparare involtini, questa pianta si presta a diverse preparazioni.

egoma in cucina

In Giappone l’egoma serve ad aromatizzare sushi, riso, zuppe o salse, ma viene anche preparata in insalata o fritta per la preparazione della tempura. Nella varietà rossa viene utilizzata per aromatizzare e colorare pietanze come l’umeboshi, un condimento a base di frutti simili alle albicocche.

Se vi interessa approfondire la conoscenza dei cibi-rimedio naturale tipici dell’area asiatica, vi consiglio di leggere anche gli articoli sui cibi fermentati in generale o in particolare sulla kombucha e sull’aneto.

Francesca Bono

Nata a Bologna dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo segue le rubriche Tra frigo e dispensaMercato e Trend. Il suo piatto preferito sono gli gnocchi di patate con sugo di pomodoro e funghi perché adoro gli gnocchi che mi ricordano tanto mia nonna. In cucina non può mancare: l'ordine perché se non è tutto a posto non posso cominciare a risporcare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi