tè matcha ricette

3 piatti d’effetto col tè matcha

Luca Sessa

Quattro, probabilmente cinque anni fa. Il momento in cui ho scoperto l’esistenza del tè matcha, grazie ad un esercito di blogger che hanno improvvisamente deciso che questo ingrediente era fondamentale per le loro ricette. Un approccio di questo tipo, condizionato da una moda, crea in me sempre un forte sospetto, cancellato poi da una serie di assaggi che mi hanno permesso di conoscere in maniera più approfondita le caratteristiche del tè matcha.

Questo prodotto, chiamato anche tè verde giapponese, è un concentrato di sostanze benefiche e, proprio come il tè verde, deve la sua fama all’alto contenuto di polifenoli che gli conferisce proprietà antiossidanti che contribuiscono a ridurre lo stress fisico e psicologico. Viene coltivato al riparo dal sole e le foglie vengono raccolte a mano e poi trasformate in polvere attraverso l’utilizzo di mulini in pietra: in questo modo il tè matcha si presenta in polvere finissima di un colore verde molto intenso e risulta essere particolarmente ricco di sali minerali, vitamine e carotene.
Si prepara per sospensione e non per infusione (la polvere viene unita all’acqua in una larga ciotola), conferendo una maggiore concentrazione di sostanze rispetto al metodo tradizionale.

Grazie all’elevata presenza di catechine, il tè matcha è un ottimo rimedio antiage, ma è anche estremamente utile per prevenire le scottature solari, poiché è in grado di proteggere la nostra pelle dai possibili danni causati dai raggi ultravioletti grazie all’elevato contenuto di polifenoli presenti nelle foglie da cui si ricava la polvere. Il mio approccio in cucina con il tè matcha è fondamentalmente legato alle ricette dolci, ma ogni tanto ho anche provato qualche esperimento con i salati.
Oggi utilizzo il tè matcha in ricette  molto “rodate”: una torta per la prima colazione,un coloratissimo tiramisù ed un interessante abbinamento con il pesce.

Tè matcha ricette: 3 idee per palati raffinati

Torta al tè matcha

torta al tè matcha

Un classico della prima colazione, al quale donare un particolare sapore ma soprattutto colore, per rendere sorprendente la vostra colazione. Ideale da bagnare nel latte caldo.

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 250 g di zucchero
  • 250 g di burro
  • 25 ml di latte
  • 4 uova
  • 2 cucchiaini di tè matcha
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • q.b. zucchero a velo

Procedimento

  1. Versate in una capiente ciotola lo zucchero ed il burro morbido e montateli con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, quindi incorporate le uova, una alla volta, continuando a montare. Potete anche realizzare il vostro burro in casa seguendo la nostra ricetta.
  2. Unite anche la farina ed il lievito, precedentemente setacciati, amalgamando con una spatola con delicatezza. Sciogliete il tè matcha nel latte ed unite il tutto al composto.
  3. Preparate uno stampo da 22 cm di diametro con burro e farina, versate il composto, livellatelo e cuocete nel forno già caldo a 170 °C per 55-60 minuti.
  4. Sfornate, lasciate raffreddare completamente, spolverate con lo zucchero a velo e servite.

Tiramisù al tè matcha

tiramisù al tè matcha

Il dolce più conosciuto della tradizione culinaria del nostro paese? Probabile. E’ quindi eresia provare a “contaminarlo” con questo ingrediente? Visto il risultato finale posso dire che è tutto lecito!

Ingredienti

  • 300 g di mascarpone
  • 250 g di savoiardi
  • 40 g di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 2 cucchiaini di tè matcha

Procedimento

  1. Preparate una bagna scaldando 250 ml di acqua ed unendo un cucchiaino di tè matcha. Lasciate leggermente raffreddare e tenete da parte.
  2. Separate i tuorli dagli albumi e montate i primi con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Unite il mascarpone amalgamando con attenzione per evitare la formazione di grumi. Unite anche gli albumi precedentemente montati a neve e lavorate con delicatezza dal basso verso l’alto.
  3. Versate un cucchiaino di tè matcha nella crema ed amalgamate per rendere uniforme il colore.
  4. Spezzate i savoiardi a metà, bagnateli nell’acqua e matcha e posizionali sul fondo dei bicchieri da portata. Coprite con uno strato di crema, e proseguite con biscotti e crema fino ad esaurimento.
  5. Conservate i bicchieri in frigo per almeno 2 ore, poi servite spolverando con pochissimo tè matcha.

Sardine al tè matcha

sardine al tè matcha

Ingredienti

  • 8 sardine
  • 750 ml di acqua
  • 100 ml di vino bianco secco
  • 4 g di tè matcha
  • ½ limone
  • q.b. olio extravergine
  • q.b. timo
  • q.b. alloro
  • q.b. rosmarino
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

  1. Versate in una capiente pentola l’acqua, il vino bianco, la buccia del limone, il timo, l’alloro, il rosmarino, un pizzico di sale ed uno di pepe e portate ad ebollizione, quindi proseguite per circa 15 minuti.
  2. Lavate ed asciugate i filetti di sardina, precedentemente eviscerati e privati delle lische.
  3. Filtrate il brodo e versatelo in una padella, portatelo a bollore, toglietelo dal fuoco. A questo punto ponete alcune filetti di sardina (4 alla volta) e lasciateli a bagno per 3 minuti.
  4. Toglieteli dalla padella con una spatola per evitare che possano rompersi e poneteli in un piatto.
  5. Unite in una ciotola alcuni cucchiai di olio extravergine (3-4) e il tè matcha, cercando di ottenere una salsa priva di grumi.
  6. Spennellate le sardine con la salsa di olio e matcha e fate riposare in frigo per almeno 2 ore, poi servite con pane caldo e burro.

Una ricetta per la colazione, un dessert classico in versione colorata per chiudere pranzi e cene, un piatto salato per spronarvi a provare nuovi sapori ed abbinamenti inediti. Per chi volesse approfondire, In questo articolo spieghiamo tutti i benefici del tè matcha per la nostra salute.

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi