Risotto alla milanese

Il risotto alla milanese…parente dell’arancino?!

Deborah Ascolese

Simbolo della tradizione culinaria milanese e dell’arte gastronomica italiana all’estero, il Risotto alla Milanese ha una storia ricca di leggendari aneddoti. Non li conoscete? Allora non potete che leggere questo articolo.
Oggi parliamo della storia del famoso risotto allo zafferano che ha reso celebre la cucina meneghina in tutto il mondo!

 

risotto allo zafferano


Risotto alla Milanese: storia e miti

L’origine Kosher del Risotto alla Milanese

Secondo una prima leggenda, le radici del Risotto alla Milanese andrebbero ricercate nelle tradizioni della cucina kosher medievale. Pare infatti che in esse sia possibile ritrovare la ricetta del riso allo zafferano, antenato del famoso risotto meneghino. Probabilmente, esportata dalla Sicilia, questa ricetta avrebbe raggiunto il nord Italia grazie all’aiuto di alcuni mercanti ebrei.

 

Gli arancini: cugini del Risotto alla Milanese!

 

Arancini di riso

 

E la Sicilia compare come terra natìa del Risotto allo Zafferano anche in un’altra leggenda: una cuoca siciliana, trasferitasi a Milano, decise di preparare i famosi arancini (o arancine, a seconda dei luoghi). Tuttavia, non trovando tutti gli ingredienti necessari per il ripieno, ripiegò su una versione leggermente diversa. Ed ecco che nasceva il primo risotto color giallo zafferano!

Dalla tavolozza…alla tavola: l’artistica origine del Risotto di Milano!

Origine del risotto alla milanese

La storia più conosciuta sull’origine del Risotto alla Milanese è attestata da un documento ritrovato alla biblioteca Trivulziana. Secondo il manoscritto il piatto meneghino sarebbe nato nel 1574, più che altro per gioco, durante le nozze della figlia di Mastro Valerio di Fiandra, pittore fiammingo che all’epoca lavorava alle vetrate del Duomo di Milano. Stando alle fonti, Mastro Valerio aveva un assistente chiamato Zafferano, il quale aveva l’abitudine di mescolare un po’ di questa spezia ai suoi colori, così da renderli più vivaci. Durante il matrimonio della figlia di Valerio, la mania di Zafferano passò dalla tavolozza alla tavola: l’assistente, forse per gioco, si accordò con il cuoco per aggiungere un po’ di zafferano nel risotto che, all’epoca, veniva servito con solo burro. La reazione degli invitati fu sorprendente: lo zafferano, oltre ad aver aggiunto un sapore squisito al piatto, lo rese dello stesso colore dell’oro, simbolo di ricchezza e prosperità! Da quel giorno, il Risotto color giallo preparato a Milano divenne uno dei piatti più alla moda del periodo, percorrendo l’Italia in lungo e in largo. E voi, quali leggende conoscete sulla nascita del Risotto alla Milanese? Raccontatecele in un commento!

 

 

Deborah Ascolese

Nata a Napoli vive e lavora a Bologna. Per "Il Giornale del Cibo" segue le rubriche Cibo & Cultura e Curiosità. Il suo piatto preferito sono gli spaghetti al pomodoro fresco perché le cose semplici sono spesso le migliori. A domanda cosa non può mancare in cucina, risponde "qualcuno che cucini per me".

2 responses to “Il risotto alla milanese…parente dell’arancino?!”

  1. ANTONELLA TONINELLI says:

    A che pagina del ricettario è?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *