Timballo di capellini con le polpettine

peppe57
Quest'altra variante del timballo di capellini nella mia famiglia la si preparava in genere per Pasqua, ma spesso anche per Sant'Agata in ricorrenza dell'onomastico della mia mamma. Questa variante prevede la ricetta base del timballo di capellini (senza, però, il salame) che poi veniva accompagnato dalle polpettine di carne fritte e cotte in un sugo di pomodoro. Le dosi sono per 6 persone.
2.89 da 9 voti
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Primi asciutti
Cucina Italia
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

Per il timballo:

Per le polpettine:

Per il sugo di pomodoro:

Istruzioni
 

Per le polpettine:

  • Tritate (o fatevi tritare) insieme le due carni in maniera che risultino ben amalgamate tra loro.
  • Poi in una terrina rompete le uova, unitele alla carne, unite anche il pangrattato, l'aglio tritato, il prezzemolo ed il caciocavallo grattugiato. Impastate il tutto in maniera che ne risulti un impasto omogeneo.
  • Se dovesse risultare troppo morbido aggiungete del pangrattato. Aggiustate di sale e di pepe. A questo punto inumiditevi le mani e ricavate dall'impasto tante polpettine del diametro di 1 cm o poco più.
  • Ultimata quest'operazione friggete le polpettine in abbondante olio d'oliva fino a quando non saranno ben dorate. Tenetele da parte avendo cura di farle sgocciolare su carta assorbente da cucina.

Per il sugo di pomodoro:

  • Tritate la cipolla e l'aglio quanto più sottilmente possibile. Fateli soffriggere in olio d'oliva ed appena la cipolla comincerà a colorarsi aggiungete i pelati schiacciati con la forchetta. Fate cuocere a fuoco vivace fino a che il sugo non si sarà leggermente ristretto.
  • Aggiustate di sale. A questo punto spegnete il fioco e spezzettate nel sugo le foglie di basilico. Quando il basilico si sarà appassito per effetto del calore, riportate la padella sul fuoco e tuffate nel sugo le polpettine.
  • La sciate insaporire per qualche minuto poi. Spegnete e tenete il tutto da parte in caldo.

Per il timballo:

  • Per prima cosa in una ciotola mettete una parte del burro tagliato a pezzetti tenendone un po' per imburrare lo stampo, le uova sbattute ed una bella manciata di caciocavallo grattugiato. Imburrate uno stampo ad anello e distribuiteci il pangrattato, in modo da farlo aderire su tutti i lati. Eliminate il pangrattato in eccedenza.
  • Tagliate a dadini molto piccoli la provola. Accendete il forno e portatelo alla temperatura di 200°. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata facendo molta attenzione al punto giusto di cottura perchè i capellini tendono a scuocere e di conseguenza ad incollarsi.
  • Appena i capellini saranno al dente, scolateli appena (devono conservare un po' d'acqua di cottura), tuffateli nella terrina e conditeli col burro, il caciocavallo e l'uovo sbattuto mescolando bene.
  • Disponete la metà dei capellini nello stampo, al centro mettete la provola, chiudete con il resto dei capellini pressando molto bene la pasta anche per livellarla.
  • Spolverizzate la superficie superiore del timballo con altro pangrattato, qualche fiocchetto di burro e passate in forno per 20 minuti o comunque fino a quando sulla superficie superiore del timballo non si sia formata la crosticina.
  • Passato il tempo necessario togliete lo stampo dal forno, lasciate riposare qualche minuto, poi sformate ed al centro ed ai lati dell'anello di pasta sistemate le polpettine di carne con il loro sugo al pomodoro, quindi servite in tavola immediatamente.