Ravioloni di Orgosolo (paneddas)

LauraSardegna
Queste panadas o paneddas di Orgosolo si differenziano da quelle di Oschiri, Cuglieri e Assemini, per la presenza di prosciutto (presuthu) e verdure come la bieta veda o spinaci e formaggio provoletta casedzolu. Si chiamano paneddas o ravioloni e sono simili come forma alle seatas. Ad Orgosolo le seatas però vengono chiamate savadas.Ad Orgosolo si usa mangiare le paneddas, o ravioloni, senza niente o guarnite sopra con del sugo di pomodoro e un po' di pecorino grattugiato.
3.83 da 18 voti
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Pane, pizze e focacce
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Pasta:

Ripieno:

Istruzioni
 

  • Preparate la pasta con la semola, lo strutto liquefatto, l'olio, il sale e un po' d'acqua tiepida. Lavorate bene gli ingredienti e lasciate riposare.
  • Pulite, lavate e lessate le biete. Fatele intenerire. Dopo cotte strizzatele e fatele rosolare con l'olio e l'aglio intero o tritato.
  • Tagliate a fette la provoletta. Prendete la pasta e fate una sfoglia sottile, ricavatene dei dischi da 10 cm. Farcite con il prosciutto, le biete, la provoletta.
  • Ricoprite con un altro disco di pasta, richiudete facendo presa sui bordi, sigillando con le dita. Dopo finite le paneddas, fatele friggere girandole fino a che non diventano dorate. Servite subito.