Mangiare con le mani

Perché mangiare con le mani fa bene?

Deborah Ascolese

Vi ricordate quando da bambini vi dicevano di non Mangiare con le ManiEcco, forse non si trattava di un insegnamento del tutto “salutare”! Pare, infatti, che secondo una ricerca dell’Università di Nottingham Mangiare con le Mani, non solo sia una buona abitudine durante i primi anni di vita, ma possa addirittura fare bene alla salute dei più piccoli. Per quale motivo? Scopriamolo insieme!

Mangiare con le mani perché fa bene

Perché Mangiare con le Mani fa bene

Già, proprio così: la ricerca dell’Università di Nottingham, pubblicata sul British Medical Journal sostiene che abituare i più piccoli a mangiare con le mani influirebbe sul loro rapporto futuro con il cibo. Dalla ricerca è infatti emerso come sostituire pappe e omogeneizzati con piccoli pezzi di cibo durante lo svezzamento, possa aiutare i più piccoli a mantenere uno stile di vita sano ed equilibrato anche in età adulta.
Alla luce di ciò, ecco che l’ambiente della cucina potrebbe trasformarsi in vero e proprio luogo ludico e istruttivo: oltre a Cucinare con i Bambini, potreste infatti pensare di lasciarli liberi di interagire con il cibo in modo naturale e spontaneo.

Come è stata condotta la ricerca

Durante la ricerca, gli studiosi dell’Università di Nottingham hanno monitorato 155 bambini con età compresa tra i 20 mesi e 6 anni e mezzo, durante il loro periodo di svezzamento. Tra questi, 63 sono stati nutriti con le classiche pappe, mentre i restati 92 hanno potuto Mangiare con le Mani piccoli pezzi di carboidrati e proteine.
A entrambi i gruppi sono poi stati proposti dolci, carboidrati, frutta e verdura. Mentre il secondo gruppo ha preferito i carboidrati, la scelta del primo si è indirizzata verso i dolci.

Cosa sostengono i ricercatori

bambino mangia

Secondo gli studiosi, proporre ai bambini porzioni ridotte di carboidrati e proteine in stile finger food, aumenterebbe la loro consapevolezza del cibo. Insegnerebbe loro il valore nutrizionale del cibo, così da garantire un rapporto equilibrato con l’alimentazione ed evitare lo sviluppo di disturbi alimentari durante la crescita. Questo perché, in base a quanto dimostrato dalla ricerca, chi viene abituato a mangiare pappe e frullati non percepisce il valore calorico del cibo ingerito ed è portato a mangiarne in quantità maggiori, soprattutto se ricco di zuccheri.

E voi, cosa ne pensate di questa ricerca? Abituereste i vostri bambini a Mangiare con le Mani? Scriveteci la vostra opinione in un commento!

 

Deborah Ascolese

Nata a Napoli vive e lavora a Bologna. Per "Il Giornale del Cibo" segue le rubriche Cibo & Cultura e Curiosità. Il suo piatto preferito sono gli spaghetti al pomodoro fresco perché le cose semplici sono spesso le migliori. A domanda cosa non può mancare in cucina, risponde "qualcuno che cucini per me".

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi