Da GreenPeace: 5 consigli per i neo-vegetariani

Ivana De Innocentis

“Mangiare vegetariano fa bene al pianeta”: avrete certamente sentito questo slogan nell’ultimo anno, in quello che è forse il periodo di maggiore interesse, in Italia e nel mondo, nei confronti di queste tematiche.
Questa crescente attenzione ha portato i consumatori a pretendere chiarezza e a documentarsi maggiormente, e le aziende alimentari a vagliare nuove scelte strategiche e a proporre nuovi prodotti “green”, km0, biologici ed etici. 
Ma non solo: questo ha fatto sì che anche associazioni no profit, animaliste e ambientaliste portassero avanti sempre più campagne di sensibilizzazione.

vegetariani pianeta


Abbiamo già analizzato i motivi per cui essere vegetariani fa bene all’ambiente, e quale sia l’impatto ambientale dell’industria della carne: qualora l’argomento vi avesse toccato, al punto da diventare vegetariani, ma nutrite qualche dubbio o avete bisogno di una spinta iniziale, arriva Greenpeace in vostro aiuto.
Per chi non lo sapesse, Greenpeace è uno dei più grandi movimenti ambientalisti del mondo, nonché una delle più importanti associazioni no profit impegnata attivamente sul fronte dei problemi ecologicisti. Sul sito ufficiale di Greenpeace International non mancano informazioni pratiche per poter dare il proprio contributo in questa lotta e, di questi tempi, non potevano quindi mancare 5 utili consigli per neo-vegetariani. Che siate o meno “dalla parte di Greenpeace”, vi consiglio di farne tesoro, e ve lo dico da vegetariana.

Alimentazione Vegetariana: 5 consigli per i neo-arrivati


1. La vostra dieta, le vostre regole

Seguire una dieta vegetariana, a maggior ragione se la si sceglie a tavolino come contributo al miglioramento ambientale del pianeta, potrebbe comportare una maggiore forza di volontà rispetto a chi diventa vegetariano per questioni etiche e strettamente animaliste. Mi trovo quindi d’accordo con questa affermazione di Greenpeace: “la dieta è la nostra, la vita è la nostra e non dobbiamo rendere conto a nessuno”.

L’importante infatti è fare del proprio meglio tanto per noi, per la nostra salute ovviamente, quanto per quella dell’ambiente. Molti saranno in disaccordo, ma provate a pensare se tutti, nel nostro piccolo, ci avvicinassimo a una dieta il più possibile cruelty-free, quanto abbasseremmo l’impatto ambientale dell’industria della carne. Cosa importa poi, se ogni tanto si fa un’eccezione? Quello che conta è l’impegno e fare scelte in maniera responsabile.

2. Iniziare gradualmente

alimentazione vegetariana

Come già ripetuto in diverse occasioni è fondamentale, prima di eliminare la carne e altri prodotti animali, rivolgerci a un nutrizionista. Importante ad esempio che il passaggio avvenga gradualmente, con l’eliminazione prima delle carni rosse, poi delle carni bianche e infine del pesce. In questa delicata fase, o anche prima, possono venire in aiuto aperitivi, eventi o festival vegetariani o giornate speciali dedicate all’alimentazione salutare priva di carne. Questo non solo consentirà di abbracciare una nuova visione di vita, ma di farlo con il supporto di chi è già vegetariano da tempo, dando utili consigli e incoraggiamento.

 

3. Parlarne con amici e con le persone che amiamo

Diventare vegetariani influisce su varie sfere della propria vita: inevitabilmente ci porterà a fare delle rinunce e dei sacrifici, ma anche nuove scoperte entusiasmanti. Dovremo dare delle spiegazioni o comunque comunicare il cambiamento ad amici, parenti, colleghi e tantissime altre persone. Perché allora non precedere le domande degli altri ed essere noi per primi a cercare un confronto? Più affronteremo il cambiamento in maniera serena e aperta e più sarà facile prendere decisioni, cambiare gradualmente le proprie abitudine, cercare soluzioni e compromessi con chi ci ama e con chi ci circonda.


4. Internet può essere il vostro migliore amico

Oltre ai consigli di altri vegetariani, al supporto di chi ci è vicino, un altro aiuto considerevole può arrivare da Internet. Quale luogo migliore per cercare risposte, ricette, informazioni nutrizionali, prodotti da acquistare e soluzioni per i nostri nuovi innumerevoli quesiti? Sul nostro giornale, ad esempio, troverete un’intera categoria dedicata alla cultura vegetariana: idee, consigli, menu, liste di prodotti, bevande, guide a luoghi cruelty-free, viaggi, ristoranti, libri, curiosità ed approfondimenti.

vegetariani internet

5. Cosa fare se si vuole tornare a mangiare la carne

Può succedere: il vostro tentativo di diventare vegetariani potrebbe non funzionare, vuoi per questioni pratiche o di gola. Greenpeace consiglia di proseguire comunque su una strada alimentare che rispetti il più possibile l’ambiente, ad esempio privilegiando l’acquisto di prodotti locali e organici, ed evitando cibi che hanno subito una lunga lavorazione industriale e di imballaggio. Sono tante le strade per consumare carne responsabilmente, l’importante è informarsi, leggere le etichette… e non esagerare nel consumo.

Se vi siete da poco avvicinati all’alimentazione vegetariana e vi va di condividere la vostra esperienza vi invitiamo a farlo, sarà utile per chi non ha ancora avuto il coraggio di affrontare questo passo. Sono altrettanto ben accetti altri suggerimenti, fatevi avanti 😉

Ivana De Innocentis

E'Nata,vive e lavora a Roma. Per "Il Giornale del Cibo" segue le rubriche Cibo & Cultura e Food 2.0Il suo piatto preferito sono le fettuccine ai funghi porcini o un classico abbinamento pizza & birra. Alla domanda cosa non può mancare in cucina, risponde "spezie, verdure e creatività".

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi