Primi asciutti

Tagliatelle al forno

chella
  • Difficoltà: 2
  • Costo: 1
  • Preparazione: 2
  • Dosi: 4

E’ un primo molto domenicale’ Se volete fare le tagliatelle con le vostre mani: considerate 1 etto di farina 0 per ogni uovo (quindi in questo caso 3 etti di farina e 3 uova), mescolate molto bene con una forchetta, poi impastate con le mani fino a che ottenete un impasto morbido e liscio, che lascierete riposare circa mezz’ora (fra due piatti, o in un sacchetto di plastica, o in una coppa coperta da uno strofinaccio) prima di sfoderare il vostro eroico mattarello e tirare una sfoglia sottile, che lascerete asciugare su un tavolo coperto da una tovaglia o sull’apposito ripiano di legno fino a quando la sfoglia non è sufficientemente asciutta. Sul quando la sfoglia è pronta per essere tagliata si potrebbero scrivere biblioteche intere; la spiegazione di mia madre è sempre stata un lapidario lo vedi ad occhio!. Se non avete l’occhio e non volete perdervi nei miei barocchismi (che vi risparmio), deve essere sufficientemente asciutta per non appiccicarsi una volta arrotolata, ma non deve screpolarsi nè rompersi. Arrotolate l’enorme disco che avete ottenuto, avrà un diametro di circa 120 cm, tagliate delle striscie strette, poco più di mezzo centimetro, aprite i rotolini e fateli asciugare. A questo punto o io mi riciclo come sfoglina’, o voi le comprate già fatte.

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!

Ingredienti

Istruzioni

Print Recipe