Lune dell’etna

peppe57
Lo assaggiai la prima volta tanti anni fa in una pasticceria di Zafferana Etnea, cittadina alle falde dell'Etna. Giovedì scorso sono stato a Catania per lavoro ed entrando in un bar nelle adiacenze del Palazzo di Giustizia, guardando il banco dei dolci l'ho visto esposto. Ne ho comprati 6 da fare assaggiare alla famiglia, ma è finito che li stiamo mangiando solo mia moglie ed io. è un dolce straordinario (sostanzialmente un panzerotto) a base di castagne. Ho cercato in giro la ricetta e l'ho ricavata dal libro I dolci siciliani in 100 ricette tradizionali. Con queste dosi si preparano circa 10-15 lune.
Nessuna valutazione
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Dolci e Dessert
Cucina Italia
Porzioni 12 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Cominciate col preparare il ripieno facendo rinvenire le castagne secche in acqua bollente.
  • Poi passatele con passaverdure cercando di ottenere una purea non troppo morbida.
  • Unite le marmellate, la scorza di limone grattugiata, i fichi secchi macinati e le mandorle o i pistacchi (secondo il vostro gusto).
  • Lasciate riposare il ripieno in maniera che tutti gli ingredienti si amalgamino bene tra loro.
  • A questo punto dedicatevi a preparare la pasta, amalgamando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
  • Fatelo riposare per una mezzora buona, quindi tiratelo in una sfoglia sottile, anche con l'aiuto dell'apposita macchinetta.
  • Intanto accendete il forno e portatelo a 200°.
  • Poi con un coppapasta ritagliate 20-30 cerchi di circa 8 cm di diametro.
  • Sistemate al centro di ogni cerchio di pasta un cucchiaio di ripieno, quindi copritelo con un altro cerchio di pasta e sigillate bene con i rabbi della forchetta.
  • Ultimata questa operazione non resta che infornare le lune per 20-25 minuti e, comunque, fino a quando la pasta non si sia dorata.
  • Sfornateli e fateli raffreddare completamente.
  • Quando saranno freddi scaldate il miele e versatelo sulle lune, quindi spolveratele di cannella. Ora potete servirle e deliziarvi.