amore cucina e curry

Amore, cucina e curry: il cibo che unisce le culture

Deborah Ascolese

Dopo il successo cinematografico di Chocolat, Lasse Hallström torna sul grande schermo con una nuova storia che parla di cibo, integrazione sociale e, ovviamente, amore.

Tratto dal bestseller The Hundred-Foot Journey di Stephen Knigt, Amore, cucina e Curry dimostra come i sapori, gli odori e la passione per la cucina possano essere gli ingredienti giusti per superare le grandi barriere che dividono popoli e culture differenti.

Utilizzando lo schema narrativo reso celebre da Chocolat, Hallström ci presenta la storia di una famiglia di ristoratori indiani che, fuggita dal proprio paese, cerca di rifarsi una vita in Europa.

Dopo una brutta esperienza sul suolo brittannico, la famiglia Kadam, formata dal capofamiglia Papa (Om Puri), il cuoco Hassan (Manish Dayal) e altri quattro figli minori, approda nel piccolo paesino francese di Saint-Antonin-Noble-Val, nel quale deciderà di riprendere la propria attività di ristorazione.

Tuttavia i Kadam avranno la pessima idea di aprire il loro “Maison Mumbai” proprio di fronte al noto ristorante di alta cucina francese “Le Saule Pleureur”, ritrovandosi a dover affrontare, oltre ai pregiudizi xenofobi degli abitanti del luogo, l’ostilità della terribile titolare Madame Mallory (Hellen Mirren), famosa chef premiata, addirittura, con una Stella Michelin.

Ed è in questo modo che avrà inizio la carriera come chef di Hassan che, arricchendo i piatti della cucina francesce con i sapori speziati dell’India, troverà non soltanto l’amore, bensì anche la conferma del proprio talento.

Oggi, vogliamo proporvi una delle ricette presentate in Amore, cucina e curry, emblema nel film dell’unione culinaria tra le antiche tradizioni indiane, rappresentate da Hassan e la raffinatezza dell’haute cusine francese di Madame Mallory.

Amore, Cibo e Curry: L’Omelette alla Hassan

Per realizzare la deliziosa omelette alle erbe ideata da Hassan in Amore, cucina e curry, vi serviranno:

  • Le foglie di 5 rametti di cerfoglio, sbollentate e tritate finemente
  • Le foglie di  5 rametti di erba cipollina, sbollentate e tritate finemente
  • Le foglie di 5 rametti di dragoncello, sbollentate e finemente tritate
  • Le foglie di 5 rametti di prezzemolo, sbollentate e tritate
  • 12 uova
  • 150 gr burro chiarificato
  • Sale e pepe q.b.

Peparazione:

  1. Sbattete le uova in una ciotola grande e mescolate le erbe precedentemente tritate.
    Scaldate a fuoco medio il burro chiarificato in una padella e, una volta caldo, versate anche il composto di uova ed erbe.
  2. Mescolate delicatamente con una forchetta di legno, sollevando la parte inferiore dell’omelette per consentire alle uova ancora crude di fluire sotto.
  3. Una volta che le uova sono quasi pronte, con l’aiuto di una forchetta di legno, staccate i bordi dell’omelette e agitate la padella avanti e indietro. Poi inclinatela in modo da far scivolare l’omelette verso il bordo della padella. Ora, sempre con la forchetta di legno, sollevate il margine opposto dell’omelette e ripiegatela su se stessa.
  4. Spennellate la parte superiore dell’omelette con burro chiarificato prima di servire.

Et voilà..le jeux sont fait!

Deborah Ascolese

Nata a Napoli vive e lavora a Bologna. Per "Il Giornale del Cibo" segue le rubriche Cibo & Cultura e Curiosità. Il suo piatto preferito sono gli spaghetti al pomodoro fresco perché le cose semplici sono spesso le migliori. A domanda cosa non può mancare in cucina, risponde "qualcuno che cucini per me".

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi