Trattoria garibaldi

Adriana Angelieri


Se non volete spostarvi dal centro di Marsala, puntate alla Trattoria Garibaldi condotta dallo chef – patron Salvatore Roccaforte. Salvatore si mantiene fedele alla formula di una cucina marsalese di sostanza, senza voli pindarici e con il lodevole obiettivo della semplicità. Il cous cous di pesce è preparato secondo tradizione e con tutti i crismi, con la semola di grano duro ‘ncucciata a mano e la lunga cottura al vapore, la zuppa di pesce che lo accompagna valorizza al massimo una preparazione tanto laboriosa. Nell’evenienza (probabile) di successive visite, non perdetevi i maccheroni fatti a mano (busiati) con ragù di tonno fresco, aglio e mollica; o la pasta con le sarde o gli altri primi del giorno variabili a seconda della disponibilità del pescato. Semplici i secondi, con pesce freschissimo da cucinare a piacere del cliente. L’ambiente è sobrio e piacevole, ma se il tempo è bello viene allestito un dehor, in tal caso non perdete l’occasione di pranzare godendovi la bella piazzetta dominata dalla chiesa dell’Addolorata. L’accoglienza è veramente cordiale, le porzioni generose e il rapporto qualità/ prezzo decisamente conveniente.

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *