Baccalà spirituale (bacalhau espiritual)

chella
Adoro il Portogallo e la sua cucina, semplice e raffinata. Questo piatto era (e spero lo sia ancora) la specialità di un locale che si chiama Pedro V, vicino a uno dei più bei miradouro di Lisbona. Se vi capita di andarci, vi consiglio di perdere un po' di tempo con l'oste e gli avventori del bar prima di accomodarvi nella sala ristorante. Fatevi consigliare un buon porto come aperitivo (non vedono l'ora di filosofeggiare con chiunque, della qualsiasi!) e sgranocchiate qualche pistacchio tostato... così ... sarete pronti per un'esperienza metafisica, servita con eleganza da camerieri discreti e dallo sguardo saggio. Se non siete a Lisbona, provate a fare così.
Nessuna valutazione
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Piatti unici
Cucina Portogallo
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Lessate le patate, sbucciatele e passatele con lo schiacciapatate; mettetele in una coppa grande a sufficienza per contenere tutti gli altri ingredienti.
  • Preparate la besciamella con due cucchiai rasi di farina, due noci di burro, 1 pizzico di sale e il latte.
  • Rosolate con un po' d'olio extra vergine di oliva l'aglio intero ma schiacciato (che poi potrete togliere), gli scalogni affettati sottilmente e il baccalà tagliato a pezzi piccoli, comodi tanto da poterlo sminuzzare facilmente con la forchetta.
  • Aggiungete il vino e fatelo sfumare. Cuocete il baccalà per circa mezz'ora, abbassando la fiamma e coprendo la cassueruola solo a metà.
  • Aggiungete alle patate il baccalà, la besciamella, il concentrato di pomodoro e incorporate bene il tutto.
  • Imburrate una pirofila e impanatela con un po' di pangrattato.
  • Stendete il composto e fate cuocere in forno a 200° per circa 20 minuti. Gli ultimi minuti fateli con il grill, per ottenere una bella crosticina dorata in superficie.