Food Trends 2015

Tendenze food: i 5 tormentoni del 2015

Francesca Bono

Il 2015 è passato con interessanti tormentoni legati al cibo, complice anche Expo, che ha messo il food al centro dei principali eventi dell’anno. Ad un passo dalla fine dell’anno, ci troviamo dunque a confermare molte delle previsioni che mesi e mesi fa avevamo fatto riguardo ai food trends 2015.  Di cosa parliamo? Del fatto che ci sembra ormai impossibile l’idea di vivere anche solo una giornata senza uno chef stellato e che gli occhi ci si inumidiscono non appena vediamo passare un’Apecar, non per i ricordi legati al mezzo, ma perché il cibo di strada ha costellato tutto il 2015. 

Come non menzionare poi la crescente consapevolezza in tema di spreco e sostenibilità che ci ha piacevolmente accompagnato per tutto l’anno?! Ma vediamo più nel dettaglio quali sono state le tendenze food che hanno caratterizzato il 2015!

 

Food trends 2015: 5 tormentoni che ci sono entrati in testa

Food truck: cibo di alta qualità

Street Food

Cibo di alta qualità, territorio e tradizioni con un tocco di nomadismo: il cibo di strada non ha proprio niente da invidiare ai ristornati più rinomati. Abbiamo passato tutta la bella stagione girando da una piazza all’altra, per assaporare il gusto delle tradizioni del nostro territorio, immersi nel cuore di città e borghi che tanta ammirazione suscitano all’estero.
Con o senza la scusa di qualche festival importante, come Streeat – Food Truk Festival o Castle Street Food, arrosticini, hamburger di carne chianina, cuoppo, panino livornese, erbazzone, farinata, gnummareddi, panelle, spuntature, torta al testo, lampredotto e cichetti…lo street food italiano ha percorso tutta la penisola e c’è stato solo l’imbarazzo della scelta tra le tradizione culinarie regionali.

Uno Chef al giorno

Chef Stellati

Ovunque! In TV, online e persino nei festival di strada! Impossibile scegliere una ricetta o dedicarsi al cibo nelle varie forme possibili di intrattenimento, senza ritrovarsi il consiglio e le proposte di uno chef stellato! E ci siamo ormai affezionati… o assuefatti.. alla loro presenza! “Come faccio ad impiattare la cena? Devo chiedere a Gordon!”. “Come decoro la torta per il compleanno del piccolo? Cosa aveva detto pure Benedetta?”. “Oddio stanotte è stato terribile! Ho sognato che a Masterchef mi interrogavano sulla storia dell’ anice dal ‘700 ad oggi!”.

Unti e Bisunti di Chef Rubio, il Robot Chef della Moley Robotics, il ristorante Berton con vista sullo chef, l’intelligenza artificiale di Chef Watson, Masterchef e Hell’s Kitchen…virtuali, meccanici o in carne e ossa, gli chef sono entrati nelle nostre vite e non possiamo che aspettare il 2016, per scoprire se continueranno a tenerci compagnia.

Lotta allo spreco: il lato impegnato del food

Spreco Alimentare

805 milioni le persone che nel mondo soffrono la fame. 1,3 miliardi le tonnellate di cibo, oltre un terzo della quantità prodotta, che finiscono ogni anno nell’immondizia. La tematica dello spreco alimentare sta vivendo un crescendo di attenzione e interesse. Le iniziative per sensibilizzare i consumatori ad un acquisto più attento o al riutilizzo del cibo non consumato sono state davvero tante nel 2015, con una importante cassa di risonanza data da Expo.

Quella dei frigoriferi solidali è solo l’ultimo esempio di iniziative pensate per non sprecare il cibo e dare un aiuto a chi è in difficoltà. Community, app, iniziative locali o petizioni nationali… L’importante è che di spreco si continui a parlare e che si continuino a cercare soluzioni. Speriamo che i propositi di cambiare abitudini alimentari scorrette continuino anche con il nuovo anno.

La cibonarrazione

Foodporn

Il cibo non è più ormai da tempo solo argomento per esperti e tecnici del settore. Social media, format televisivi nazionali e internazionali ed eventi itineranti hanno scatenato una passione che sembra non voler finire. Il cibo viene quotidianamente condiviso e narrato tramite testi, video e immagini. Instagram vive di foodporn. Protagonista di like e condivisioni, degno di essere immortalato e divulgato non solo il piatto del ristorante noto, ma anche la ricetta che solo mamma sa fare in quel modo sublime. Se anche virtualmente, il cibo si condivide.

Cibo 3D

Stampante Cibo

Una delle novità più tecnologiche in ambito food è senz’altro la stampate 3D per cibo. Gli ingredienti non si mettono più in pentola o in forno, ma nelle apposite capsule di acciaio dentro la stampante, che provvede ad assemblare la ricetta nella forma che più preferite.  Non sbiancate! Chi produce queste stampanti assicura che gli ingredienti utilizzati saranno freschi e non industriali. Quindi tanta tecnologia per la forma, ma nella sostanza…(pare chela genuinità la faccia ancora da padrona…(speriamo!)

Cosa via ha tormentato di più in tema di cibo quest’anno? Quali sono stati i food trends 2015 che vi hanno preso e quelle a cui avete assistito inermi?


Francesca Bono

Nata a Bologna dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo segue le rubriche Tra frigo e dispensaMercato e Trend. Il suo piatto preferito sono gli gnocchi di patate con sugo di pomodoro e funghi perché adoro gli gnocchi che mi ricordano tanto mia nonna. In cucina non può mancare: l'ordine perché se non è tutto a posto non posso cominciare a risporcare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi