La pasta sfoglia è una preparazione classica della pasticceria internazionale, che prevede l’utilizzo di ingredienti quali farina e burro e comporta tempi di attesa lunghi per consentire all’impasto di riposare dopo le cosiddette “pieghe”. Queste permettono alla nostra sfoglia d’avere una serie di strati che si riveleranno fondamentali in fase di cottura per ottenere un prodotto armonioso e friabile.
Molte volte si tende a comprare quella già pronta che, pur essendo comunque discreta, ha però ha un sapore completamente diverso da quella preparata in casa o in un laboratorio professionale. Spesso però non avendo a disposizione il tempo necessario diviene difficile poter realizzare una ricetta con una sfoglia artigianale.

Una soluzione, che ho scoperto tempo fa navigando in rete su vari siti di cucina e blog, consiste nel ricorrere alla cosiddetta pasta sfoglia senza burro o “veloce”, un impasto realizzato con ingredienti alternativi che in alcuni casi non necessita dei tempi d’attesa di cui prima e che ci consente d’avere a disposizione un impasto molto simile per caratteristiche alla classica pasta sfoglia. 

pasta sfoglia senza burro

Dopo avervi già proposto la versione della pasta sfoglia senza lattosio, oggi vi propongo quindi una ricetta che vi permetterà, riproducendo in tutto e per tutto la tecnica per realizzare la sfoglia classica, pieghe comprese, di poter portare in tavola i grandi classici: dai cornetti per la prima colazione ai cornetti, passando per torte rustiche e vol-au-vent.

Pasta sfoglia senza burro: la ricetta

Pasta sfoglia senza burro (con pieghe)

Ingredienti

  • 200 g di farina 00
  • 100 g di yogurt bianco
  • 25 ml di acqua
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

  1. Versare in una terrina la farina precedentemente setacciata, aggiungere un pizzico di sale ed unire al centro lo yogurt, iniziando ad amalgamare gli ingredienti con un cucchiaio di legno e versando a filo l’acqua.
  2. Lavorare con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo, avvolgerlo nella pellicola trasparente e farlo riposare in frigo per almeno 1 ora.
  3. Stendere l’impasto per dargli una forma rettangolare ed effettuare le prime pieghe, portando un lato verso il centro e coprendo il tutto con l’altro lato. Chiudere nuovamente nella pellicola e far riposare in frigo per 30 minuti.
  4. Ripetere questa operazione delle pieghe per altre 2 volte, con i relativi riposi.
  5. Tagliare l’impasto dando la forma desiderata e cuocere in forno a 200 °C per circa 20 minuti.

pizzette pasta sfoglia

Questo tipo di pasta sfoglia vi consentirà di preparare varie ricette: ad esempio dei croissant per la prima colazione, utilizzando una confettura di albicocche. In questo caso basta stendere l’impasto e tagliarlo per ottenere dei quadrati di 10 centimetri di lato. Versare un cucchiaino di confettura al centro, chiuderli per formare dei cornetti e cuocerli in forno a 180 °C per 20 minuti, spolverandoli poi con un po’ di zucchero a velo. Oppure potremmo preparare delle pizzette al pomodoro, stendendo l’impasto e ottenendo dei cerchi (utilizzando un coppa pasta) di circa 6-8 centimetri di diametro. In una ciotola versiamo della passata di pomodoro sa condire con un filo di olio extravergine, un pizzico di sale ed uno di origano, versiamo un po’ di passata su ogni pizzetta e cuociamo in forno per 12 minuti a 200 °C.

La pasta sfoglia si presta a tanti differenti utilizzi: oltre alle ricette che vi abbiamo proposto, potreste cimentarvi anche con questi “salatini di pasta sfoglia con semi di sesamo”.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come analista dati per Wind. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata