frico-croccante

Frico croccante

g.lagonigro
Il frico-formaggio fritto fa parte della cucina tradizionale del Friuli Venezia Giulia. Nato in Carnia è stato adottato da tutta la regione. Si serve per accompagnare l'aperitivo - un calice di Friulano (ex Tocai) Spumante, Ribolla spumantizzata, Prosecco e perchè no, anche Champagne...Storico l'abbinamento con la polenta, ottimo anche come cestino (o contenitore) per risotti.
3 da 3 voti
Preparazione 1 h
Tempo totale 1 h
Portata Antipasti
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Grattugiate finemente il formaggio.
  • Scaldate un pentolino antiaderente (16 cm di diametro) che avrete unto con un leggerissimo velo d'olio evo, versate a pioggia uno strato sottile ed uniforme di Montasio. Mantenete la fiamma viva, ma fate attenzione a non bruciare il formaggio.
  • Quando si forma una crosta dorata, aiutandovi con una paletta, girate il frico e, mantenete ancora per qualche minuto, la pentola sul fuoco.
  • Intanto preparate un bicchiere o un qualunque contenitore di adeguate dimensioni su cui poggerete il frico per dargli la forma di un cestino.

Note

Il frico deve essere sottile, dorato e croccante!