Acquacotta maremmana
Primi

Acquacotta Maremmana

Ullix

Dalle erbe raccolte dai pastori nasce, come molte altre, la ricetta dell’acquacotta maremmana. Diffusasi anche in altre regioni, viene modificata con l’aggiunta di altri ingredienti come uova e formaggi. Per chi  ama i gusti antichi, quelli mai dimenticati della propria gioventù o infanzia, il posto adatto a rinverdire questi ricordi è senz’altro la Toscana.

Una zuppa fatta praticamente di niente, che stupisce per la sua semplicità eppure incanta per il  suo sapore.
L’aggiunta  di altri ingredienti come peperone, salsiccia, funghi e, a volte, anche pesce, non fa che  esaltare il piatto a cui la fantasia non pone limiti.

Ingredienti  per  6 persone

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!

Ingredienti

Istruzioni

  1. Lavate accuratamente le verdure, lessatele in acqua salata, poi scolatele bene e tritatele grossolanamente.
  2. Pelate, lavate e tagliate le patate a dadi e riducete la pancetta a dadini.
  3. Sciacquate il peperone ed eliminate il picciolo, le costole e i semi, poi tagliatelo a dadini.
  4. Tritate finemente la cipolla e mettetela a rosolare a fuoco vivace con i dadini di pancetta in un tegame, preferibilmente di coccio.
  5. Aggiungete le patate, il peperone e il peperoncino spezzettato.
  6. Lasciate rosolare il tutto a fuoco vivace per 5 minuti, mescolando affinché non si attacchi.
  7. Aggiungete 1,5 lt di acqua ben calda, aggiustate di sale, coprite il tegame e proseguite la cottura a fuoco basso, in modo tale che le patate e il peperone diventino teneri.
  8. Unite ora tutte le verdure, mescolate bene con un cucchiaio di legno e lasciate insaporire proseguendo la cottura per 10 minuti.
  9. Accomodate le fette di pane, precedentemente abbrustolite, nelle scodelle. Ricoprite con la zuppa, condite con un filo d’olio extravergine e con il pecorino grattugiato.
  10. Portate in tavola l’acquacotta ben calda. A piacere potete arricchire la minestra con qualche pomodorino.
Print Recipe