Food delivery in aeroporto, hamburger e patatine

Il delivery arriva al gate: quali sono le novità food negli aeroporti?

Angela Caporale
2

     

    Con l’arrivo della stagione estiva e l’aumento dei viaggiatori negli aeroporti, l’industria del food delivery si sta evolvendo per offrire un’esperienza culinaria più comoda e sofisticata anche in queste complesse e affollate infrastrutture. Del resto, dopo il boom delle consegne a domicilio di pizze, panini e piatti anche gourmet in tutta Italia, non sorprende scoprire come il comparto si sia espandendo per accompagnare i turisti anche in vacanza. E quale luogo migliore per sperimentare nuovi servizi se non gli aeroporti?

    Le nuove soluzioni di delivery negli aeroporti puntano a soddisfare le esigenze dei passeggeri, offrendo cibo di alta qualità con un servizio rapido e tecnologicamente avanzato. Vediamo quali sono le novità più curiose e innovative che stanno trasformando il modo di vivere l’attesa della chiamata all’imbarco! 

    Delivery negli aeroporti: quali sono i servizi più innovativi

    delivery in aeroporto a Ciampino

    Chay_Tee/shutterstock

    Per poter viaggiare in aereo è indispensabile arrivare in aeroporto con anticipo, completare il check in (se necessario), superare i controlli e attendere il momento per imbarcarsi. Nel frattempo, è normale trascorrere del tempo nell’area commerciale della struttura dove troviamo il classico duty free, ma anche una ricca offerta di soluzioni di food & beverage che, in Italia, coprono da sole il 40% dell’indotto del travel retail. 

    Di fatto, è spesso molto comodo fermarsi in un bar o ristorante dell’aeroporto per uno spuntino, un pranzo o una cena in attesa della partenza, allo stesso tempo è normale che la clientela parli tante lingue diverse e abbia esigenze specifiche: mangiare cibo di qualità, senza sorprese, e con un servizio rapido.

    La tecnologia diventa, anno dopo anno, la migliore alleata della ristorazione aeroportuale. Tra le novità più interessanti, che si stanno diffondendo già quest’estate, ci sono le app che permettono di ordinare e pagare il cibo direttamente dal proprio smartphone, consentendo ai passeggeri di ricevere ciò che hanno ordinato facilmente, senza barriere linguistiche e senza rischi. Ma la vera novità è il food delivery dentro agli aeroporti. Le app, in questo caso, non servono soltanto a ordinare da un ristorante, ma permettono di completare il proprio acquisto anche da più insegne (se in collaborazione, ovviamente) e ricevere i propri pasti in qualsiasi area del Terminal. 

    food delivery

    Ground Picture/shutterstock

    In tal senso, l’aeroporto di Ciampino a Roma ha recentemente introdotto un innovativo servizio di food delivery direttamente ai gate. Questa iniziativa, attiva da gennaio 2024, permette ai passeggeri di ordinare cibo e bevande tramite un’app dedicata, ricevendoli comodamente nella zona di imbarco e senza lunghe code ai ristoranti. Questo servizio è stato accolto con entusiasmo, rappresentando un miglioramento significativo nell’esperienza di viaggio dei passeggeri.

    Da Roma a Dubai, le innovazioni che trasformano l’attesa

    Il trend del food delivery negli aeroporti non si ferma certo a Roma. Numerosi hub internazionali stanno adottando soluzioni simili per migliorare il comfort dei viaggiatori. L’aeroporto di Amsterdam Schiphol (Olanda), ad esempio, ha introdotto robot autonomi per la consegna dei pasti. Questi robot navigano attraverso i terminal, consegnando cibo e bevande direttamente ai passeggeri che effettuano gli ordini tramite app. Questo sistema non solo riduce i tempi di attesa, ma offre anche un servizio innovativo e tecnologicamente avanzato​. Una soluzione simile è stata sperimentata anche all’Aeroporto di Los Angeles (California), dove a consegnare il cibo ai viaggiatori di passaggio è NomNom, il nome del loro robot delivery.

    Anche l’aeroporto di Singapore Changi (Singapore), noto per essere uno dei più avanzati al mondo, ha implementato un’app di delivery che consente ai passeggeri di ordinare cibo da ristoranti gourmet e chef stellati. Questa app offre una vasta gamma di opzioni culinarie, dai piatti locali a quelli internazionali, garantendo un’esperienza gastronomica di alta qualità anche in aeroporto. I pasti vengono consegnati direttamente ai gate, permettendo ai viaggiatori di godersi il cibo senza dover lasciare la zona di imbarco​.

    food delivery in aeroporto

    FOTOFILIA Maciej Pazera/shutterstock

    L’aeroporto di Dubai (Emirati Arabi Uniti) ha compiuto un ulteriore passo avanti utilizzando droni per la consegna dei pasti. Questo metodo innovativo assicura una consegna rapida ed efficiente, riducendo i tempi di attesa e migliorando il servizio. I droni sono programmati per navigare all’interno del terminal e consegnare il cibo direttamente ai passeggeri, rappresentando un esempio di come la tecnologia può rivoluzionare il settore del delivery aeroportuale​.

    Tutte queste soluzioni, peraltro, sono implementate anche grazie all’Intelligenza Artificiale e consentiranno, mano a mano, di raccogliere preziosi dati sui comportamenti dei viaggiatori, permettendo così agli aeroporti di affinare l’offerta e capire quali sono i servizi, i piatti e le esigenze dei consumatori.

    Queste iniziative migliorano l’esperienza dei viaggiatori e rappresentano un passo avanti verso l’adozione di tecnologie avanzate e soluzioni innovative nel settore aeroportuale. I servizi di food delivery ai gate offrono un valore aggiunto significativo, garantendo comodità, risparmio di tempo e una maggiore accessibilità alle opzioni culinarie per i passeggeri in transito.

     

    Ti è capitato di utilizzare il delivery in aeroporto?

     


    Immagine in evidenza di: Zu Kamilov/shutterstock

     

    Passaporto friulano e cuore bolognese, Angela vive a Udine dove lavora come giornalista freelance. Per Il Giornale del Cibo scrive di attualità, sociale e food innovation. Il suo piatto preferito sono i tortelloni burro, salvia e una sana spolverata di parmigiano: comfort food per eccellenza, ha imparato a fare la sfoglia per poterli mangiare e condividere ogni volta che ne sente il bisogno.

    Lascia un commento