Biodiversità Agricola

Biodiversità agricola: a cosa servono le banche per i Semi?

Francesca Bono

Biodiversità è la varietà degli organismi viventi che popolano la Terra, in termini di geni, specie ed ecosistemi. Come fare per preservarla? Le banche dei semi nascono proprio con questo scopo.

Banche dei semi

Nall’ambito delle sementi, per preservare la biodiversità agricola e la sicurezza alimentare si costruiscono banche dei semi, cioè depositi in cui vengono preservate e conservate specie alimentari in quantità adeguate per garantire la possibilità di semina nell’eventualità di una catastrofe biologica. Ogni varietà di pianta selvatica, ortaggio e albero da frutto è infatti un patrimonio prezioso.

 

La biodiversità nel mondo

Esiste una Convenzione sulla diversità biologica, ratificata e adottata già nel 1992 da 175 paesi, ad oggi divenuti 193, che ha come obiettivi di tutelare la diversità biologica, l’utilizzazione durevole dei suoi elementi e la ripartizione giusta dei vantaggi derivanti dallo sfruttamento delle risorse genetiche.

Banca dei Semi
La più grande banca dei semi al mondo è il Svalbard Global Seed Vault, creato nel 2008, che si trova nel remoto arcipelago artico delle isole norvegesi Svalbard, a circa 1200 km dal Polo Nord.

 

Biodiversità agricola in Italia

L’obiettivo di tutelare la biodiversità agricola attraverso la creazione di banche dei semi non viene portato avanti solo da istituzioni pubbliche in tutto il mondo, ma è condiviso anche dalla volontà di individui singoli, attraverso associazioni.
L’Italia non è da meno. Esiste infatti RIBES, una rete nazionale delle banche dei semi, che cerca di creare un coordinamento tra le varie realtà locali e regionali. Lombardia, Piemonte, Trentino, Veneto, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Puglia, Sicilia e Sardegna…: praticamente tutto il territorio italiano  è coinvolto nella difesa della biodiversità.

Tutelare la biodiversità
Per quanto riguarda invece le associazioni, esistono gruppi italiani che aderiscono a organizzazioni internazionali, come i Seed Savers, mentre le realtà tutte italiane si sono unite  aderendo a Rete Semi Rurali.

Preservare l’esistenza di tutte le varietà per non rischiare l’estinzione non solo delle sementi ma della stessa specie umana. Le banche dei semi conservano le specie alimentari per garantire la sicurezza alimentare.
Sapevi che esistono davvero numerose realtà pubbliche e private a sostegno della biodiversità agricola?

 

 

Francesca Bono

Nata a Bologna dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo segue le rubriche Tra frigo e dispensaMercato e Trend. Il suo piatto preferito sono gli gnocchi di patate con sugo di pomodoro e funghi perché adoro gli gnocchi che mi ricordano tanto mia nonna. In cucina non può mancare: l'ordine perché se non è tutto a posto non posso cominciare a risporcare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi