salame-di-san-felice

Salame Di San Felice

Adriana Angelieri

Il Salame di San Felice è un insaccato tipico delle zone della bassa modenese. Ha un caratteristico sapore dolce e un colore rosso intenso. Le carni di suino di questo prodotto provengono esclusivamente dalle zone di Mirandola, San Felice, Finale e Cavezzo. Il gusto del salame di San Felice è fortemente legato alle caratteristiche climatiche della zona, in particolare l’umidità. Le carni selezionate per l’impasto, provengono da alcuni tagli della mezzena del maiale che vengono macinate insieme al grasso, salate e insaccate in un budello precedentemente lavato. Il salame viene quindi legato e fatto asciugare circa una settimana, per poi passare alla vera e propria stagionatura che ha una durata di circa 3-4 mesi.

Uso in cucina

Tradizionalmente viene presentato come antipasto insieme ad altri salumi in abbinamento al tipico gnocco fritto modenese.E’ consigliabile spellarlo prima di tagliarlo a fette per non far penetrare la muffa della sagionatura sulla carne. Può essere consumato tutto l’anno.

Guarda qui le nostre ricette con il salame

Adriana Angelieri

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *