Spaghetti “boschivi” con funghi, salsiccia e pecorino

rannata
Grande classico della cucina italiana, il sugo alla boscaiola è l'accompagnamento ideale delle penne. In questa variante, però, troverete invece degli spaghetti serviti con un sugo "bianco" – senza la base di pomodoro, quindi – che sapranno mantenere, però, tutto il profumo"boschivo" dei funghi, la sapidità della salsiccia e il sapore intenso del pecorino: ecco la  ricetta degli spaghetti boschivi! Non ho volutamente messo le quantità, io di solito vado a occhio e a gusto personale.
Nessuna valutazione
Tempo totale 40 min
Portata Primi asciutti, Primi
Cucina Italia

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Mettete i funghi a cuocere in olio extra vergine – se si usano i pioppini freschi, tenete conto della cottura che deve essere più lunga – in un a padella abbastanza capiente, perché poi andrà saltata la pasta.
  • A metà, cottura aggiungete la salsiccia precedentemente sbriciolata.
  • Quando la salsiccia inizia a prendere colore, versate il brandy e sfumate.
  • A cottura quasi ultimata, aggiungete il pecorino e mescolate il tutto.
  • A vostro piacimento, aggiungete sale pepe, facendo però attenzione perché sia la salsiccia che il pecorino sono già abbastanza saporiti.
  • Mantenete il fuoco basso e, quando gli spaghetti saranno al dente, versateli nella padella e saltateli con la panna, dove termineranno la cottura.
  • Servite ancora caldi e spolverateli con il pecorino.