Cucinare la Pasta

Bestemmie culinarie: 7 ricette estere che uccidono la Pasta

Deborah Ascolese

C’è una cosa alla quale ogni italiano non può rinunciare quando è oltre i confini nazionali: la pasta! E purtroppo all’estero, su questo alimento patrimonio indiscusso della nostra “italianità”, se ne vedono davvero di cotte e di crude (o sarebbe meglio dire “scotte”?).

Pare, infatti, che alcuni dei passaggi per Cucinare la Pasta non siano poi così immediati e scontati per chi non è italiano. Qualche esempio? Aspettare che l’acqua bolla prima di buttare la pasta, per poi ricordarsi di scolarla prima che si disfi nella pentola. O convincersi che la pasta non è un contorno. Oppure adattarsi all’idea che no, gli spaghetti alla bolognese non esistono!

E vi assicuro che questi sono solo alcuni dei tanti errori commessi all’estero! Volete scoprirne altri? Bene, allora eccone 7 che vi faranno rimpiangere i bei piatti di pasta nostrani!

 

7 errori del Cucinare la Pasta all’estero

Mac&Cheese

maccheroni cheese

È un vero must per ogni Americano e, forse, vi sarete scontrati con questo piatto anche in Inghilterra. Si tratta di maccheroncini affogati (nel vero senso della parola) in un mare di burro e formaggio cheddar liquido. Per i più pigri, o per chi non sa come Cucinare la Pasta, ne esiste anche una versione da supermercato, pronta in pochi minuti di microonde. 

Fideua

fideua

È un’altra versione della paella spagnola che, in questo caso, viene realizzata con pasta spezzata invece che con il riso.

 

Macaroni salad

pasta salad

Non stupitevi se all’estero la pasta vi verrà servita come contorno o come ingrediente base di insalate: è un altro dei luoghi comuni del cibo italiano all’estero!

 

Macarrao ao molho branco

Macarrao ao molho branco

È un piatto tipico del Brasile. È composto da spaghetti conditi da una sorta di crema di burro, maizena, panna, pepe e sale. Spesso vengono aggiunti alla ricetta anche altri ingredienti, come formaggio, verdure, salsiccia o bacon.

 

Pasta Burger

pasta burger

Anche in questo caso la pasta viene usata come contorno per panini e hamburger! Riuscite a immaginare un hot dog o un cheesburger farcito con della pasta?! Ma non è tutto, a volte, la pasta sostituisce il pane. 

 

Chicken parmesana

Chicken parmesana

Pensavate che la parmigiana fosse pesante? Forse non conoscete questa versione diffusa in America, Australia e Inghilterra! Le melanzane vengono sostituite da fettine di pollo impanato, mentre il condimento è realizzato con pasta al sugo o al pesto! Una bella spolverata di parmesan cheese (e non illudetevi che sia parmigiano) e via!

 

Bolognaise sauce

Bolognese sauce

Su questo fantomatico “Sugo alla Bolognese” potrebbe accendersi una feroce diatriba, dunque vi consigliamo vivamente di non affrontare il discorso qualora vogliate Invitare a Cena un Bolognese! Si tratta di un condimento, infatti, che ha davvero poco in comune con il ragù bolognese e viene realizzato con pomodoro basilico e pezzi di carne di qualsiasi tipologia. 

Questi erano alcuni degli errori più comuni quando si tratta di Cucinare la Pasta all’estero. E voi, quali esperienze avete avuto? Raccontatecelo in un commento!

 

Deborah Ascolese

Nata a Napoli vive e lavora a Bologna. Per "Il Giornale del Cibo" segue le rubriche Cibo & Cultura e Curiosità. Il suo piatto preferito sono gli spaghetti al pomodoro fresco perché le cose semplici sono spesso le migliori. A domanda cosa non può mancare in cucina, risponde "qualcuno che cucini per me".

10 responses to “Bestemmie culinarie: 7 ricette estere che uccidono la Pasta”

  1. Karajeca says:

    Nell’ex Iugoslavia esiste pasta milanese. A volte si tratta solo di carne macinata e fritta con cipolla, con gli spaghetti, naturalmente, mentre si vendeva anche nella versione sugo al pomodoro in polvere (si aggiungeva l’acqua calda e si dissolveva come un brodo), per il prezzo di spaghetti soli.

  2. marcella says:

    devo dire che la pasta come contorno la cucino spesso anch’io: semplicemente lessata, come il riso, e condita poi con la salsa della pietanza, diventa un piatto unico che non mi pare “uccida” le sue caratteristiche fondamentali.
    Quanto alla macaroni salad, direi che di insalate di pasta se ne preparano parecchie anche in Italia…

    • RedazioneRedazione says:

      🙂 Certo Marcella, ognuno di noi è poi libero di sperimentare, cucinare è bello proprio per questo. La macaroni salad in effetti non è la preparazione che ci impressiona di più, anche se non possiamo definirla propriamente una ricetta tipica della tradizione (bisognerebbe poi considerare con quali ingredienti venga condita). Altre però sono decisamente un po’ estreme, non trovi?

  3. laura says:

    Mi capita con i miei parenti in Ungheria di vedere la pasta con la panna acida, che puoi aggiungere su qualunque tipo di sugo “italiano”, visto fare anche nei ristoranti. O se no le famose fettuccine all’alfredo, spacciata per pasta italiana nata a Roma.

  4. Andrea says:

    Dimenticato la cosa peggiore: Pasta meatballs.
    Dovrebbe essere una specie di pasta con le polpette…. che spacciano per roba italiana…
    ma…. vi spiego brevemente la ricetta:
    Mettere a cuocere la pasta. Lasciarla circa il triplo del tempo di cottura. Buttarci un kg di passata di pomodoro e mezzo litro d’olio. continuare la cottura. buttarci un kg di polpette (buone eh… ma con il resto….) e un po’ di simil-grana. fatto.

  5. Giuseppe says:

    Non capisco quale sia il problema, ognuno se la suona e se la canta come gli pare, se all’estero la pasta piace mangiarla così, liberi di farlo; non capisco che bisogno c’è di fare sempre gli spocchiosi, magari assaggiando ci si possono trovare dei sapori interessanti, io sarei curioso….

    • Redazione says:

      Ciao Giuseppe, siamo d’accordo, ognuno è libero di sperimentare e di fare gli accostamenti che preferisce, ci mancherebbe 🙂 Tuttavia, secondo noi, è importante anche conoscere e tutelare la nostra cultura culinaria e le nostre tradizioni. In maniera un po’ ironica, con il nostro articolo volevamo scherzare un po’ su come i piatti regionali vengono spesso rivisitati e storpiati: un pretesto per ripassare ingredienti e procedimenti originali delle ricette locali.

  6. Sabrina says:

    Le famose Fettuccine Alfredo popolarissime in America simbolo della cucina italiana!!!Ci sono diverse versioni: ai gamberetti, al limone, fatta con la panna, il burro e formaggio (di certo non il parmigiano e parmisan cheese. Non è male, ma da qui a dire che è tradizione italiana….
    Oppure le lasagna con ricotta e pomodoro, avvolta con il salame piccante o la salsiccia… e quando gli presenti le lasagna alla Bolognese ti dicono che non sono le lasagne italiane!!!!!!!!!!!!! Fantastico!!!

  7. Laura Lanzi says:

    Lussemburgo. A cena da amici. Dico che farò io la carbonara e porto gli ingredienti. Metto l’acqua ul fuoco e il sale. Mi guardano come fossi un marziano. Loro il sale lo mettono quando la pasta è nel piatto e lasciamo perdere altre cose.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *