Luca Sessa

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.
riccardo di giacinto

Riccardo Di Giacinto e il “Rispetto del Gusto”

    Era settembre. Non ricordo l’anno, ma probabilmente parliamo del 2013. Ero al Taste of Roma, la manifestazione che riunisce ogni anno molti chef stellati (e non) della capitale negli spazi dell’Auditorium della Musica, con l’obiettivo di rendere accessibili i piatti dell’alta cucina a un’ampia platea. Tra volti a me conosciuti, e altri chef

re mauri salerno

Gluten free: chef, ristoranti e piatti per celiaci

    Quando si parla di celiachia, analizzando i numeri legati ad essa, risulta evidente l’incredibile aumento di persone che non possono assumere glutine. Tale intolleranza, ormai facilmente individuabile grazie ad accurate analisi, è accompagnata anche da scelte alimentari fatte da chi crede che eliminare il glutine dai pasti quotidiani possa giovare alla salute. Questo

vinoforum 2019 roma

Vinòforum 2019: torna a Roma l’evento dedicato al mondo del vino

      Quanti eventi enogastronomici si organizzano ogni anno in Italia? Probabilmente parliamo di centinaia di appuntamenti, da quelli a rilevanza locale e della durata di qualche ora, fino ai convegni con valenza anche internazionale e che da anni richiamano professionisti e appassionati (come Identità Golose o il Vinitaly). Nella pletora di eventi che

ristorante idylio

Il ristorante Idylio e il fermento creativo di Francesco Apreda

    Il mondo del food vive un momento storico talmente intenso per l’esposizione mediatica degli chef da riuscire a far parlare per giorni addetti ai lavori ed appassionati del “cambio di maglia”, per usare il gergo calcistico, di un cuoco. Francesco Apreda, per più di un decennio alla guida della cucina del ristorante stellato

barbieri 23 roma

Barbieri 23: chef Baldari e la sua cucina “rigenerativa”

    Uno dei fenomeni più interessanti che sta coinvolgendo la capitale in ambito ristorativo è una sorta di riqualificazione dell’offerta gastronomica in alcune zone del centro, troppo spesso votate a una cucina turistica, che equivale a dire livello medio-basso. Diversi nuovi indirizzi, format, e filosofie culinarie si fanno largo tra materie prime di qualità,

torta caprese

Origini, storia e ricetta della Torta Caprese

      È da sempre, e ripeto da sempre, la mia torta di compleanno. Solo che, a causa di un palato a dir poco grezzo, da ragazzo la facevo rovinare irrimediabilmente chiedendo a mia madre di farcirla con la più famosa crema di nocciole del mondo. Fortunatamente il mio palato è diventato adulto e

mangiare all'aperto roma

Dove mangiare all’aperto nei diversi quartieri di Roma

    Il maggio probabilmente più strano, dal punto di vista meteorologico, degli ultimi 100 anni non mi ha affatto scoraggiato dal volermi organizzare, soprattutto nel weekend, per pranzare o cenare all’aperto. Cosa c’è di più bello di una giornata trascorsa fuori, mangiando cose buone? O di un aperitivo in terrazza con un bicchiere di

ristorante filodolio roma

Filodolio, la cucina tradizionale napoletana a Roma

    Sono convinto che il sapersi adattare ai cambiamenti, di qualunque tipo, rappresenti un vero punto di forza per una persona. Spostarsi per lavoro o per scelta da una città a un’altra, o magari da una nazione all’altra, porta necessariamente una variazione di luoghi, abitudini, riti e orari che vanno a caratterizzare il nostro

dove mangiare a napoli vicino alla stazione

Dove (e cosa) mangiare nei pressi della Stazione di Napoli

    Quando amici e colleghi mi chiedono consigli su dove mangiare a Napoli, mi rendo conto di quanto la mia città sia “pizzacentrica” e di quanto l’offerta gastronomica sia caratterizzata da due grandi filoni. Da un lato, per l’appunto, c’è il mondo delle pizzerie, dall’altro una miriade di trattorie nelle quali poter gustare i

mangiare pesce a napoli

Dove mangiare pesce a Napoli (anche spendendo poco)

    Una città dalla tradizione culinaria estremamente ricca e varia, un luogo che fa del cibo un elemento fondamentale per la propria identità, un posto conosciuto e riconosciuto per il piatto più iconico che esista al mondo, la pizza. Napoli si caratterizza da sempre per un’offerta gastronomica ricca, a tratti opulenta, fatte di crocché,

andrea pasqualucci

Andrea Pasqualucci e il ristorante Moma, una stella con due anime

    Una “cucina easy e di qualità”: la descrizione fatta dalla guida Michelin della cucina del ristorante Moma è il miglior punto di partenza possibile per iniziare il racconto di una sorprendente realtà romana e del suo giovane chef. Perché in questo locale dalle due differenti anime – una gourmet legata alla proposta di

dove mangiare a trastevere

Dove mangiare a Roma nel quartiere Trastevere: i consigli di Luca Sessa

    Appena trasferito a Roma, nel 2002, ho girato in lungo e largo per Trastevere, tappa obbligata per chi vuole subito venire a contatto con l’anima di questa città. Quartiere storico, vera e propria cartolina, zona amata dai residenti e visitata dai turisti, può contare su una vasta proposta enogastronomica troppo spesso, però, contraddistinta

dove mangiare stazione centrale milano

Dove mangiare nei pressi della Stazione Centrale di Milano

      Pur essendo napoletano di nascita e romano d’adozione, il mio legame con Milano si è sviluppato praticamente da subito, grazie a una vera e propria migrazione familiare, con i vari zii e zie che nel corso degli anni si sono trasferiti nel capoluogo lombardo per motivi di lavoro. Il tempo, la tecnologia

pizzeria fornace stella roma

Fornace Stella, la pizzeria “di quartiere” a Roma

      Il mio rapporto con la pizza a Roma ha vissuto anni molto turbolenti, a causa di quello strano disco troppo sottile, troppo secco, troppo cotto, che si sfaldava tra le mani lasciandomi solo una grossa delusione. Poco alla volta però l’odio si è trasformato in amore, prima grazie alla pizza in teglia,

identità golose 2019

Identità Golose 2019: la cucina tra memorie collettive e nuove suggestioni

  “All’apparenza cucinano, ma in verità i cuochi, con il loro lavoro e i loro pensieri, vanno ben oltre il mero eseguire ricette e idee. La verità è tutt’altra e si allunga verso orizzonti ben più vasti e sfumati. Costruire Nuove Memorie è quanto sognano, sperano di fare coloro i quali pensano e scrivono nuovi

water roux

Water roux: la tecnica orientale per ottenere lievitati alti e soffici

    La prima volta che ho sentito parlare di “water roux” ho immediatamente pensato si trattasse di una particolare versione del roux, ottenuta ricorrendo all’acqua. Il roux è una preparazione a base di burro e farina che spesso si utilizza come punto di partenza per la realizzazione di molte salse, in primis la besciamella.

brigata di cucina

La brigata vincente: i segreti di un team che funziona

    Da un lato gli chef che lamentano la cronica assenza di voglia di sacrificarsi da parte dei giovani apprendisti. Dall’altra una generazione di ragazzi abbagliata dai programmi tv che “pretende” di poter scalare le gerarchie di una brigata di cucina per poter subito dare ordini. Dove si trova la verità? Probabilmente, come sovente

zia restaurant roma

Zia Restaurant, la più interessante novità di Roma

    Se il tuo lavoro consiste prevalentemente nel recensire ristoranti, bistrot e pizzerie, sei sempre alla ricerca di nuovi indirizzi da provare, di cucine più o meno sperimentali che possano stimolare palato e curiosità, nuovi interpreti che possano proporre qualcosa di innovativo o semplicemente confortante, degno di nota o diesser scritto e raccontato a

francesco martucci

Francesco Martucci: passione e sacrificio fanno il pizzaiolo moderno

    In questo periodo della mia vita le giornate si susseguono frenetiche e non risparmiano neanche il giorno del mio compleanno. È la sera del 17 febbraio, ho compiuto 44 anni e mi ritrovo all’aeroporto di Fiumicino in attesa di volare verso Brindisi: mi aspettano due giorni a Lecce per moderare due talk in