made in Italy

etichette di pomodoro

Obbligo di origine in etichetta: è il turno di pomodori, sughi e salse

Trasparenza e tutela dei consumatori, questi sono i principi cardine del nuovo decreto interministeriale, pubblicato il 27 febbraio sulla Gazzetta Ufficiale, che introduce delle importanti novità a proposito delle etichette di pomodoro. Dopo aver reso obbligatoria l’indicazione dell’origine sulle confezioni di latte e derivati, la pasta e il riso, infatti, è il turno di sughi

etichette a semaforo

Etichette a semaforo: dovrebbero essere introdotte anche in Italia?

“Leggere e comprendere le etichette degli alimenti è importante perchè ci consente di fare scelte più sane e consapevoli”, si legge sul sito del Ministero della Salute in riferimento all’opuscolo istituzionale del 2015 chiamato “Etichettatura degli alimenti. Cosa dobbiamo sapere”. Su questo tema l’Italia negli ultimi anni ha fatto molti passi avanti: dalle nuove etichette

2018 anno nazionale del cibo italiano

2018, al via l’anno nazionale del cibo italiano

Il 2016 è stato l’anno dei Cammini e il 2017 quello dei Borghi. Per l’anno nuovo, invece, l’Italia mette al centro la sua cultura enogastronomica. “Siamo quello che mangiamo. Per questo il cibo è prima di tutto patrimonio culturale di un popolo” ha dichiarato il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali in occasione del

nuove etichette per pasta e riso

Pasta e riso: obbligo di origine in etichetta

“Fatto”. Così due giorni fa il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, ha esordito nel post pubblicato su Facebook per annunciare, riportando il comunicato ufficiale del sito del Mipaaf, l’introduzione, per una sperimentazione iniziale di due anni, di nuove etichette per pasta e riso che dovranno obbligatoriamente riportare l’origine dei cereali. Si

olio d'oliva turco

Olio d’oliva turco: una minaccia anche per il made in Italy?

In attesa dei dati ufficiali dell’annata 2016-2017, un dato di fatto invade il settore dell’olio extravergine italiano: c’è un altro concorrente, per una delle eccellenze del made in Italy, e arriva dalla Turchia. Ci sono prodotti di grande qualità, secondo le riviste di settore, che provengono in particolare dalle piantagioni affacciate sull’Egeo, ma c’è anche

italian sounding russia

Italian Sounding: la Russia è il paradiso della contraffazione

La mortadella, il prosecco, la mozzarella, e il parmigiano, naturalmente. Prodotti italiani che i ricchi russi vengono ad acquistare direttamente nel nostro Paese, ma che la maggior parte dei loro connazionali può trovare solo in versione taroccata. Il parmesan made in Mosca, le bollicine prodotte in Crimea, la Pizza “quatro formaggi” (scritto proprio così, con

falso prosecco

Falso Prosecco, il Made in Italy più contraffatto?

Amato dagli italiani (e non solo), tutelato dalle norme sulla protezione dell’origine, ma anche imitato, e molto, e contraffatto. Parliamo del Prosecco, eccellenza italiana cui il marchio dop non basta per sentirsi al sicuro da imitazioni. Oggi ha un suo codice autonomo, una nomenclatura che lo rende unico. Ma basterà a farlo scendere dal gradino

Food Act

Food Act: può un protocollo salvare il Made in Italy?

“Un patto tra le Istituzioni e il mondo della cucina italiana di qualità. Un’azione di squadra, di sistema per lavorare meglio sulla valorizzazione del Made in Italy agroalimentare”. Con queste parole lo scorso 28 luglio Maurizio Martina, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, battezzava il Food Act, il piano di azioni per la valorizzazione

Agromafia Intervista

Ruggiero su Agromafia: “Educare al cibo partendo dalle scuole”

La mafia è liquida, ha le mani in pasta, si nutre di agroalimentare perché gioca in un terreno morbido. E va oltre, ben oltre i numeri, quelli che Peppe Ruggiero conosce a fondo. Ma quei 16 miliardi di fatturato annuo dell’azienda Agromafia denunciati da Coldiretti ed Eurispes nel rapporto appena uscito non bastano da soli

Parmigiano

Luca Ponzi su Italian sounding: “Ecco i rischi che corre il Made in Italy”

“In Italia non si fanno scelte di sistema”. E questo, nell’analisi di Luca Ponzi, vale anche di più dei poderosi numeri prodotti dal sistema agromafia e dalla persistenza del fenomeno Italian sounding. Il giornalista Rai, autore insieme alla collega del Sole 24 ore Mara Monti di “Cibo criminale”, una rassegna di casi giudiziari nel settore

Olive Pugliesi

Le nostre olive temono ancora la Xylella Fastidiosa?

È iniziata la raccolta delle olive. Come sarà la campagna 2015/2016? A distanza di qualche mese dall’articolo sulla xylella fastidiosa, ritorniamo a fare il punto sul comparto. Gli operatori sono ottimisti e i primi dati pubblicati fanno ben sperare. La produzione di olio di oliva italiano nel 2015 dovrebbe essere buona e il batterio non

Hamburger di Chianina

Dalla bistecca al food truck: tutti pazzi per l’hamburger di Chianina

E’ la razza tipica della Valdichiana, una delle più antiche e importanti razze d’Italia…di chi stiamo parlando? Ma della Chianina, naturalmente! La sua carne è sempre stata molto apprezzata, ma negli ultimi anni è diventata un vero e proprio tormentone del food, grazie ad una nuova tendenza: l’hamburger di Chianina. Chianina   La Chianina è

Lambrusco Convivialità

Lambrusco Emiliano: perché è così amato nel Mondo?

Il Lambrusco è un vitigno, anzi, una famiglia di vitigni da cui si ottiene un vino frizzante e fresco, molto apprezzato nel mondo. Ci racconta le caratteristiche di questo vino Francesca Benini, Sales & Marketing Director di Cantine Riunite & CIV, che con 1800 soci viticoltori, circa 4000 ettari vitati, 8 centri di vinificazione e

Accademia Internazionale di Cucina D’Autore

Il Made in Italy? Roba da Accademia Internazionale…

Sull’onda di Expo 2015, partono anche le attività della prima Accademia Internazionale di Cucina D’Autore. L’Accademia è un progetto culturale e formativo dell’Associazione Maestro Martino, che come obiettivo ha la creazione del primo centro internazionale dedicato alla Cucina d’Autore italiana. E’ stata pensata come opportunità per condividere i valori e la cultura della tradizione italiana,

Contraffazione del Made in Italy

Falsificare il Made in Italy? Un gioco da ragazzi!

Formaggi e vini sono solo la punta dell’iceberg dell’enorme oceano di marchi tarocchi che ha invaso il mercato internazionale. La contraffazione del Made in Italy, infatti, ha un fatturato che fa girare la testa: oltre sessanta miliardi di euro in tutto il mondo. Per intenderci: è il doppio del volume delle nostre esportazioni che nel

Xylella Fastidiosa

Quel pasticciaccio brutto della Xylella Fastidiosa

La vicenda della Xylella Fastidiosa, il batterio che da due anni sta mettendo in ginocchio la Puglia e la sua produzione di olio, si sta trasformando in un tipico pasticcio all’italiana. Gli ingredienti ci sono tutti: la versione ufficiale delle istituzioni che hanno deciso di abbattere tutti gli alberi infetti per evitare altri contagi, la

street food italiano

Street food italiano: 10 piatti assolutamente da provare

Quando si parla di cibo di strada, pizza, panini e fritti misti sono solo una faccia della medaglia. Almeno per quanto riguarda il panorama culinario italiano. E’ per questo motivo che oggi voglio suggerirvi alcuni tipici piatti dello street-food italiano che (come insegna Chef Rubio) dovreste provare almeno una volta nella vita. Street-Food italiano: 10

Eccellenze gastronomiche italiane

Cibo online: “delicatessen” a portata di click

Eataly ha fatto scuola, portando la cultura enogastronomica italiana all’estero. L’ambasciatore dell’Italian food style all’estero ha poi affiancato ai negozi fisici anche uno store online, sfruttando il mondo digitale per ampliare il suo bacino di utenti e per “dimostrare che l’alta qualità dell’enogastronomia italiana è alla portata di tutti”. Accanto a Eataly, altre realtà stanno

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi