Go Back
+ servings
peppe57
Ieri ho scoperto questa preparazione che non conoscevo. Il nome è pressoché intraducibile: i «strufuli sicchi macinati», infatti nient’altro sono che le bucce ed i semini dei pomodori che vengono separati dalla polpa mediante l’apposito attrezzo, quando si passano i pomodori proprio per preparare la conserva. È un piatto, anzi una conserva, o meglio ancora un insaporitore, che sta scomparendo, e da informazioni assunte e da quanto mi è stato riferito, pare che in passato fosse una preparazione molto diffusa, della serie «non si butta via nulla».La scoperta è stata del tutto casuale. Sabato sera sono andato a comprare il pane casareccio presso un forno in campagna. Lì oltre al pane ho deciso di comprare anche un paio di «scacciuna» (vedi ricetta) e di farmeli condire con olio, origano e formaggio fresco.Mentre la fornaia stava completando questa operazione, le ho visto prendere in mano una boccia di vetro con dentro una polverina sottile che sembrava per aspetto e colore peperoncino macinato. Ne ha presa una bella manciata e l’ha sparsa sopra gli scacciuna. Ovviamente ho protestato, perché il sapore sarebbe diventato oltremodo piccante. Lei, ridendo, mi ha tranquillizzato e mi ha spiegato di cosa si trattava.Ed ecco la semplicissima ricetta.
Nessuna valutazione
Preparazione 1 h
Tempo totale 1 h
Portata Salse e condimenti
Cucina Italia
Porzioni 20 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Sbollentate i pomodori nel solito modo. Fateli sgocciolare in un colapasta, quindi passateli.
  • Quando la macchinetta spremi pomodoro avrà separato dalla polpa le bucce ed i semini, abbiate cura di non buttarli via.
  • Metteteli piuttosto in un largo piatto e fateli seccare al sole con una spolverata di sale.
  • Quando si saranno seccati, metteteli in un macinino da caffè e riduceteli in polvere.
  • Ottenuta questa polvere, potrete utilizzarla per insaporire qualsiasi pietanza: dal Brodo di carne o vegetale, alle bruschette, dal pane condito con olio, origano e formaggio, ai sughetti a base di pesce giusto per colorare, e chi più ne ha più ne metta.