Go Back
+ servings
gallonero
Avete presente quei funghi bianchi che in maggio/giugno e nell'autunno si trovano nei prati, e che sembrano degli ombrelloni chiusi? Quelli che, guardandoli da vicino hanno la superficie del cappello che sembra ricoperta di ricciolini.... quelli soni i Funghi Coprini, nome scientifico Coprinus comatus: un fungo delicato ma molto saporito, che si presta particolarmente a questa ricetta. Importante: credo sia impossibile trovare in vendita questo tipo di funghi, per cui la ricetta è fattibile solo se si raccolgono in giro. Nel farlo, occorre prestare attenzione che i funghi siano giovani, con le lamelle sotto il cappello: assolutamente bianche (infatti in maturazione le lamelle sotto il cappello virano dal bianco al rosa e poi al nero perdendo la caratteristica di edibilità). Insomma, se andate con un esperto è meglio! Ecco allora come realizzare una buona frittata di funghi coprini.
1.20 da 5 voti
Preparazione 1 h
Tempo totale 1 h
Portata Verdure
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Staccare subito il gambo, così si bloccherà il processo di maturazione che in questo fungo è molto veloce.
  • Per pulire i funghi possono esser passati direttamente sotto l'acqua e strofinati all'esterno con un panno pulito.
  • Una volta sgrondati si salano sulle lamelle e si friggono nel burro a fuoco bassissimo fino a far ritirare tutta l'acqua di vegetazione.
  • Disporli poi su una padella antiaderente e metterli al fuoco ancora a fiamma bassa.
  • Appena la padella è calda aggiungere le uova sbattute e far cuocere pianissimo, la frittata va cotta senza voltarla.
  • Prima di servirla cospargerla col trito di prezzemolo.