Vecchie Rubriche

Fiore

Se volete mangiare una buona bistecca alla fiorentina e altri piatti della cucina fiorentina/toscana, andateci!!! In questa stagione trovate anche i funghi e altri prodotti autunnali!  

Cattivi cucinieri

I peggiori cucinieri sono quelli che voglio strafare. Per intenderci, ti potrebbero preparare un piatto di pasta e fagioli fatto a regola d’arte e invece ti somministrano la zuppetta modaiola al mais guarnita con la quenelle di filadelfia. Ovviamente, hanno chi li aiuta. Sono stimolati a rimanere nell’ambito della cattiva cucina da uno stormo di ricettieri della carta stampata

contadini-per-passione

Contadini per passione

Sono giovani, laureati, smanettoni e… contadini. Da un aranceto avuto in eredità sono arrivati a costruire un’azienda agricola redditizia nella quale hanno il privilegio di lavorare con piacere e passione. Passione per la terra anzitutto, ma sostenuta da un accorto uso delle opportunità offerte dal web, specialmente quelle a costo zero. Tre –quasi ancora pischelli–

O maxelâ

Ho molto apprezzato questo ristorante, sia nella versione serale che nella diurna low cost, perciò inizio con una premessa circostanziata utile a comprendere la qualità della carne servita. Qui mangerete della carne buona non perché siete capitati nella giornata giusta ma per precisa volontà dell’azienda. Il vostro piatto è l’ultima tappa di un percorso che

Osteria delle aie

Bello trovare posti così…Dove mangi benissimo, degusti buon vino, ti accolgono e non se la tirano! Ho mangiato un tris di antipasti, i taglierini rigorosamente fatti in casa con ragout all’Arneis (ti servono una porzione dalla padella fino a che non dici basta…consiglio di non esagerare per non perdersi il resto), buffet di formaggi e

Alla scoperta dei sapori del vulcano!

Sabato 23 novembre: Ore 7.30: Partenza per Solicchiata, frazione di Castiglione di Sicilia (CT) Ore 11.30: visita guidata Stabilimento Enologico “Patria” e degustazione Spumanti dell’Etna nello splendido scenario del territorio ETNEO, a circa 700 m.s.m. Ore 13.00 Cantine Patria: Degustazione vini, pietanze e prodotti tipici etnei Ore 15.00: escursione Castiglione di Sicilia Ore 18.30: Sistemazione

Ci stringiamo ai nostri amici sardi

A nome di tutti i lettori, esprimiamo la nostra vicinanza agli amici Sardegna. partecipiamo al Lutto Nazionale e invitiamo tutti i nostri lettori ad attivarsi con un segno concreto di fratellanza secondo le loro possibilità. la foto è tratta da ilgiornaledellaprotezionecivile.it

pasta-risottata

Pasta risottata

C’è uno strepitoso piatto italiano, il risotto. E c’è unorribile neologismo “risottare”. Il verbo è applicato a una tecnica di cucina che sembra una novità ma invece non lo è, e che tratta la pasta come se fosse il riso del risotto. Anziché  venire lessata in abbondante acqua bollente per poi essere mantecata con il

Sottilette parmareggio

La famiglia di topi testimonial delle sottilette Parmareggio è senza dubbio simpatica. Sono benvestiti e persino un po’ glam. La sorcia-mamma indossa sempre tailleur deliziosi,  il sorcio-papà non rinuncia al fularino alla David Niven, il topo figlio conquista con la locuzione “che lavoro!” proprio come fanno gli emiliani per dire “che cosa eccezionale!”. Infine, tutti

Agriturismo antica quercia

Per festeggiare i suoi primi 40 anni, mio figlio ci ha portato in un agriturismo in provincia di Salerno a ben 129 Km da Napoli, ma ne è valsa la pena. Abbiamo iniziato con un antipasto all’italiana di fattura casareccia, ricotta fresca, melanzane e cavolo sott’olio, peperoncini fritti, frittelle e bruschette, polenta con funghi porcini,

L’eccesso di caffeina rallenta il cervello degli adolescenti

La fonte è l’Ospedale Infantile dell’Università di Zurigo, team di ricerca guidato dal professor Reto Huber. La notizia è che gli adolescenti non dovrebbero assumere più di 180 mg di caffeina al giorno. A dosi superiori, il diffuso alcaloide interferisce sul sonno profondo che precede le fasi Rem durante le quali il cervello smaltisce le

coltivare-l-aglio-in-vaso

Coltivare l’aglio in vaso

Perchè lo coltivo: Per non restare mai senza e per riciclare gli spicchi troppo germogliati. Ma anche per gustare una specialità gastronomica spagnola pressoché sconosciuta in Italia, l’ajo joven (aglio giovane). Attenzione, non l’aglio fresco che si trova facilmente in primavera, ma l’aglio neonato, che non ha ancora sviluppato i singoli spicchi e si presenta

La galbasa

Ci sono stata alcune volte in occasione delle visite a parenti e amici a Lucca Sicula. L’ultima visita è stato il 13 ottobre 2013: cena a base di pesce, ottimo e ben cucinato. Bella la mise en place. Altre volte ho mangiato anche la pizza: buonissima! Locale accogliente, il personale efficiente e cortesissimo. Lo chef

Taifali

sono andata per la degustazione menu’ a prezzo fisso dall antipasto al dolce a € 25 che si svolge nel mese di ottobre riguarda l’iniziativa profumi e sapori d’autunno.

Riprendi il cibo! Il tuo video verrà pubblicato!

La Compagnia del Cibo Sincero promuove la raccolta di video amatoriali che abbiamo come protagonista il cibo…sincero!  O anche di denuncia del cibo insincero! Possono essere corti, con una vera e propria sceneggiatura, brevi documentari, video-ricette o quanto può venirti in mente. I video non devono superare i 5 minuti e vanno inviati a redazione@ilgiornaledelcibo.it

A’ crianz

Ottimo ristorante con cucina a vista; personale competente e cortese; utilizza materie prime locali e svariati Presidi Slowfood; cantina con prevalenza vini pugliesi; conto corretto.

come utilizzare al meglio i sughi pronti

Ce n’è di tutti i tipi. C’è il pesto ligure, quello siciliano, il ragù bolognese, l’amatriciana, l’arrabbiata, il sugo ai funghi eccetera eccetera. E costano un botto: guardate gli ingredienti controllate il prezzo al chilo e calcolate quanti chili di condimento potreste fare voi allo stesso prezzo. Pensate che con un piccolo mazzettino di basilico,

A Bologna convegno su: La mortadella, storia di un mito

Il 23 ottobre alla Cappella Farnese, palazzo d’accursio,piazza maggiore, 4

Osteria dell’oca bianca

di Roberto Barat Oca, oche e poi ochette. Dappertutto, in tutto il ristorante. Pupazzetti a forma di oca, statuine a forma di oca, piatti con oche dipinte. Ma se avete simpatia per il pennuto, evitate questa osteria. Perché l’oca, naturalmente, è presente, sempre, in menù. Che sia solo la classica scaloppa di foie gras (capita