Sangrìa 2 (sangria)
Ingredienti
Istruzioni
  1. Come prima cosa metto lo spumante in frigo a temperatura massima di 7°;
  2. prendo un recipiente tipo pastasciuttiera, o di acciaio inox, (per esempio una grande pentola a pressione) che possa contenere, se le dosi sono quelle che vi ho indicato, non meno di una decina di litri;
  3. ci verso la Monica;
  4. aggiungo lo zucchero e mescolo sino a quando non si sia sciolto del tutto;
  5. aggiungo anche i liquori. Rimescolo;
  6. preparo la frutta: taglio a fettine in senso orizzontale l’arancio ed il limone, senza togliere la buccia; levo i semi, se ne hanno; taglio ogni fettina in quarti e poi in ottavi. Sbuccio le pesche e le pere, elimino il seme delle pesche ed il torsolo delle pere e le taglio a tocchetti nè troppo grandi, nè troppo piccoli. Ad esempio, una pesca di media grandezza, sui 200-250 grammi la taglio in quattro spicchi e divido ogni spicchio orizzontalmente od a casaccio in quattro pezzi; sbuccio le banane e le taglio a fettine di circa un centimetro di spessore; verso tutto dentro il recipiente;
  7. metto il recipiente in frigo sino al momento in cui la Sangrìa va servita;
  8. un attimo prima di portare il ciotolone in tavola, apro la bottiglia di spumante e lo verso nel recipiente;
  9. porto in tavola il nominato ciotolone, accompagnato da un mestolo.
  10. uso bicchieri a bocca larga, accompagnati da cucchiaini che servono per mangiare la frutta senza versarsi la Sangrìa addosso già dal primo bicchiere.