Pasticcio di carne
Ingredienti
Istruzioni
  1. Anzitutto preparo la pasta: setaccio la farina sulla spianatoia, la dispongo a fontana ed, in mezzo, verso lo strutto leggermente riscaldato, il sale e l’acqua.
  2. Impasto la farina e lavoro la pasta finchè sarà liscia, ne faccio una palla e l’avvolgo in un tovagliolino infarinato. Poi la lascio riposare per un’ora.
  3. Pulisco dal grasso e dai nervetti i due tipi di carne e li taglio a dadi, assieme al lardo; mescolo le carni ed il lardo e trito tutto assieme per due volte consecutive. Unisco al trito il marsala, aggiusto di sale e di pepe ed insaporisco con la noce moscata, senza esagerare.
  4. Spiano la pasta sulla spianatoia infarinata, dandole uno spessore di mezzo centimetro, e ne ritaglio un rettangolo di 45 cm per 30.
  5. Distribuisco il ripieno sul rettangolo di pasta, scolando il marsala se non fosse stato assorbito del tutto.
  6. Recupero i ritagli di pasta avanzati, li spiano e ne ricavo un altro rettangolo che serve a coprire il primo. Decoro la pasta con una forchetta.
  7. Prendo il secondo rettangolo con delicatezza e lo depongo sul pasticcio. Sigillo i bordi tutto intorno, con l’aiuto delle dita, di una forchetta e di tuorlo d’uovo, per appiccicarli; lo spennello con l’uovo un po’ sbattuto e, se ho ancora qualche residuo di pasta, lo uso per fare delle decorazioni, che appiccico usando, ancora una volta, l’uovo. Poi spennello anche le decorazioni.
  8. Buco delicatamente la superficie del pasticcio in tre o quattro punti con un ago da calza; sollevo delicatamente il pasticcio, magari con una specie di pala e lo poso con altrettanta delicatezza sulla lastra del forno unta di strutto o di burro.
  9. Faccio cuocere a calore moderato per circa un’ora.Si può servire appena cotto, quindi caldo. Oppure, con un attimo di pazienza, il giorno dopo: è anche più buono.