Garganelli con vongole e canocchie
Ingredienti
Istruzioni
  1. Le vongole: mettetele in una padella sufficientemente capiente, copritele e fatele aprire a fuoco basso. Una volta fredde, togliete le valve, lasciandone attaccate ad una solo circa ¼ dei molluschi (sono molto scenografiche nel piatto!), e conservate l’acqua in una ciotola.
  2. Le canocchie: con lo stesso procedimento (coperte e a fuoco basso) cuocetele per una decina di minuti. Con le forbici, aprite il carapace ritagliando tre lati, mettete le canocchie pulite in un piatto e conservate l’acqua in una ciotola. Questo è il sistema che uso quando compro le canocchie vive; quando le trovo morte (ma fresche!) le pulisco a crudo, utilizzando una parte (circa metà) del carapace per insaporire l’olio.
  3. Prendete ora una terza padella, fate scaldare l’olio e rosolate l’aglio, i gambi di prezzemolo e un po’ di carapace se le canocchie le avete pulite a crudo.
  4. Quando il tutto è ben rosolato lo eliminate e mettete l’acqua dei molluschi e quella dei crostacei con il concentrato di pomodoro (facoltativo, se la volete rossa).
  5. Cuocete per circa 10/15 minuti a fuoco medio, poi aggiungete le canocchie e le vongole, per altri 10 minuti.
  6. Condite la pasta e spolverate con il prezzemolo tritato prima di servire. Un po’ di pepe nero macinato al momento non guasta.