Confettura di fichi (Marmellata ri ficu natalisi)
Ingredienti
Istruzioni
  1. Pulite accuratamente con un canovaccio umido i fichi e senza sbucciarli e tagliateli a quarti.
  2. Metteteli in casseruola ed aggiungeteci la buccia di limone grattugiata, quindi mettete il tutto su fuoco basso avendo cura di sistemare sul fornello una retina spargifiamma. Lasciate cuocere fino a quando i fichi non si siano quasi del tutto spappolati.
  3. Passare i fichi al passaverdura (o frullarli con un mixer ad immersione di quelli adatti a frullare i cibi caldi) o – se volete una maggior consistenza della confettura evitare questo passaggio. Io preferisco (e consiglio) la seconda soluzione.
  4. Aggiungere lo zucchero e fatelo amalgamare mescolando sempre e di continuo in maniera che il fondo non caramellizzi. Cuocete ancora per 20 – 30 minuti e – comunque – fino a quando la marmellata non abbia velato il cucchiaio.
  5. Invasate la marmellata di fichi nei barattoli già in precedenza sterilizzati riempiendo questi ultimi fino all’orlo. Chiudete ermeticamente e rovesciate i barattoli tenendoli appoggiati per i coperchi, in maniera che creino il sottovuoto.
  6. Lasciate così, coperti da un canovaccio da cucina, a raffreddare completamente.
  7. Infine, avvolgete i singoli barattoli con dei tovaglioli e sistemateli in una pentola capiente e con i bordi alti. Coprite i vasetti d’acqua fredda e portate il tutto ad ebollizione, facendo bollire per almeno 20 minuti dal primo bollore. Spegnete il fuoco e fateli freddare nella stessa acqua, quindi tirateli fuori, asciugateli e sistemateli in un luogo fresco, asciutto ed in semioscurità.
  8. Come tutte le marmellate è meglio consumarla dopo almeno 30 giorni dalla sua preparazione.