Broccolo affogato
Ingredienti
Istruzioni
  1. Se non avete un broccolo catanese viola, più consistente e dal sapore e dall’aroma più deciso di quello verde (quello bianco lo escludo in partenza), potete provare con quello verde ma vi dico subito che il risultato non sarà altrettanto entusiasmante. Prendete un broccolo di dimensioni medie e, dopo averlo diviso in pezzi, ricavatene delle fettine di pochi millimetri di spessore.
  2. Tagliate le cipolle (qui cambiare colore è meno grave e se preferite quello rosse più dolci e delicate fate pure) a julienne ed il caciocavallo a fettine sottili.
  3. In un’ampia padella dal fondo spesso ed antiaderente sistemate bene a strati prima il broccolo, spolverandolo con un po’ di sale e pepe, poi la cipolla ed infine le fettine di caciocavallo, aggiungendo qua e là qualche oliva nera. Irrorate d’olio evo e ponete la padella coperta a fuoco medio per circa una decina di minuti sino a quando lo strato inferiore non si sia soffritto colorandosi e sprigionando i suoi aromi (meglio tenere la porta della cucina chiusa…).
  4. Prendete una bottiglia di un vino rosso (ottimo il Nero d’Avola magari, tanto per restare nella tradizione, con vitigni tipici dell’Etna tipo Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio…) senza particolari pretese ma buono e versatelo nella padella sino ad affogare gli ingredienti.
  5. Lasciate riprendere il bollore a abbassate la fiamma coprendo non completamente in modo da dare al vino la possibilità di evaporare meglio. Lasciate cuocere dai 20 ai 30 minuti a secondo la quantità avendo cura di mantenere il broccolo piuttosto consistente.
  6. Il risultato finale deve essere asciutto con un po’ di sugo e, quindi durante la cottura, regolate la fiamma ed il coperchio di conseguenza.
  7. Lasciate riposare un po’ prima di servire.