Cibo, Cultura, Cinema e Curiosità

Usando una metafora potremmo dire le tradizioni gastronomiche di un Paese sono il DNA della sua cultura, stratificata nei secoli. Non si può infatti parlare di cibo senza riservare un occhio di riguardo a tutti i suoi aspetti culturali: l’origine dei piatti, il loro nome, il significato di gesti e le consuetudini che ruotano attorno alla tavola non sono meno importanti degli ingredienti e delle fasi di preparazione di una pietanza. Il cibo é la forma culturale più istintiva che esista, è insieme un’esigenza di vita ed un linguaggio artistico che unisce uomini di ogni razza e religione. Una costante della storia dell’uomo, in grado di permeare qualsiasi forma espressiva: visiva, letteraria, musicale, cinematografica. Ed è per questo che abbiamo deciso di dedicare questa sezione al rapporto tra cibo e cultura.

Un boss in salotto di varocchi

Anno 2013; regia di Luca Miniero; genre: commedia TRAMA: Cristina meridionale trapiantata in un paese del nord ormai da tanti anni, rinnega le sue origini. La sua vita scorre tranquilla insieme al maritoed ai figli  ai quali impone perfezione e rigore. A sconvolgerla la notizia che il fratello Ciro ha scelto la sua casa per trascorrere gli

Miss violence

Anno 2013; regia di Alexandros Avranas; genre: drammatico. TRAMA: Il giorno del suo undicesimo compleanno, Aggeliki salta sorridendo dal balcone della sua abitazione. Mentre la polizia e i servizi sociali cercano di capire le ragioni di quello che appare come un suicidio, la sua famiglia continua a ripetere che si è trattato di un incidente. Quale oscuro

Lunch box di marasaccani

Anno 2013; regia di Ritesh Batra; genere: commedia. TRAMA: Storia d’amore ambientata a Mumbai: tra un contabile rimasto vedovo e una donna insoddisfatta del proprio matrimonio. Due anime che si incontrano per caso, quando il pranzo  che lei prepara per il marito inizia a essere consegnato all’uomo sbagliato. SCENA: La prima scena ci introduce nelle alchimie sensuali della

Lunchbox di nerisaccani

Anno 2013; regia di Ritesh Batra; genere: commedia. TRAMA: Ila prepara tutti i giorni il pranzo al marito, lo impacchetta in una lunchbox e lo consegna a chi glielo porterà. Per un errore però il suo pacchetto comincia ad essere recapitato ad un’altra persona, Saajan. SCENA: Che cosa succede quando il treno è sbagliato ma la sua destinazione

Lunchbox di sophie1793

Anno 2013: regia di Ritesh Batra; genere: commedia TRAMA: India, Mumbai. La vita di Ila, moglie insoddisfatta, è lo spazio breve del fornello a gas di casa, un pranzo al sacco da preparare ogni giorno, utile per dimostrare amore ad un marito tanto vicino, quanto perdutamente lontano. Uno scambio nella consegna, apre le porte ad uno scambio

Piovono polpette la rivincita degli avanzi di ice2010

Anno 2013; regia di Cameron /Pearn; genere: animazione. TRAMA: Flint crea una macchina che trasforma lacqua in cibo,il famoso replicatore RCSMDDFI creando gli anima cibi creature a forma di cibo Hamburgher meloni etc ed invadono la citta’ di Smallow,ma arriva in citta’ Flint famoso scienziato che deve distruggere il replicatore ma si accorge che non e’ del

Indovina chi viene a Natale? – recensione film

Anno 2013; regia di Fausto Brizzi; genere: commedia. TRAMA: Una famiglia si ritrova insieme per festeggiare il Natale. Un cast di attori molto simpatici, ognuno con una storia interessante. Si parla di handicap in maniera sincera e pulita. Risate e trovate che fanno riflettere e pensare. Tutto condito con una vena agrodolce. Le feste in famiglia croce

Come ti spaccio una famiglia: recensione

Anno 2013; regia di Rawson Marshall Thurber; genere: commedia. TRAMA: David Clark è uno spacciatore di zona. Un giorno viene derubato e non riesce a portare i soldi guadagnati al suo boss, quest’ultimo allora lo obbliga a sdebitarsi prelevando una piccola partita di droga in Messico. David si rende conto che alla dogana le persone meno controllate

Hunger game la ragazza di fuoco: recensione

nno 2013; regia di Francis Lawrence; genere: fantascienza. TRAMA: Katniss Everdeen ritorna a casa in seguito alla vittoria avuta nell’ultima edizione degli Hunger Games ma non è finita qua…si ritroverà a parteciparvi nuovamente insieme a tutti i vincitori delle altre edizioni. SCENA: Le bacche negli Hunger games sono altamente velenose. COMMENTO: Bene strutturato,scene che ti fanno stare in ansia

Philomena di valelop88: recensione

Anno 2013; regia di The queen; genere: drammatico TRAMA: Philomena la protagonista è in cerca del figlio portato via nella sua giovinezza…grazie ha un giornalista lo ritrova mah…correte a vederlo è una drammatica storia Vera… SCENA: Queste povere ragazze chiuse in un convento mangiavano solo pane… COMMENTO: film da vedere…  

Something good: recensione

Anno 2013; regia di Luca Barbareschi; genere: thriller. TRAMA: La realtà dei cibi adulterati, tema centrale del film, viene raccontato attraverso il protagonista Matteo Mercury, colui che traffica a livello mondiale questi alimenti per la distribuzione in in scuole, istituti e prigioni. Le frodi alimentari di Matteo procedono senza ripensamenti fino a quando a Hong Kong incontra

Before midnight: recensione

Anno 2013; regia di RICHARD LINKLATER; genre: commedia. TRAMA: Sono passati 20 anni da quella notte a Vienna. 10 da Parigi. Jesse e Celine stanno insieme. Hanno 40 anni e due bellissime bambine. Una vacanza in Grecia sarà l’occasione per un confronto tra di loro, e per scoprire se ha ancora un senso continuare a stare insieme…

Lunch box: recensione

Anno 2013; regia di Ritesh Batra; genere: commedia. TRAMA: A Mumbai è in uso un perfetto sistema consegna del pranzo negli uffici; per errore, gli ottimi cibi preparati da Ila per un marito distratto con amante, finiscono ad un vedovo un po’ scorbutico. A volte un treno sbagliato porta nelle giusta direzione… SCENA: La preparazione del cibo da

Planes: recensione

Anno 2013; regia: KLAY HALL; genere: animazione. TRAMA: Un aereo agricolo di nome DUSTY vuole sfidare i cieli, perche’ stanco di innaffiare i campi agricoli. IL suo aiutante SKIPPER lo allena cosisshe’ possa sfidare il campione in carica RIPSILINGER. SCENA: Campi di Mais nell’Hunger si beve coca birra etc. COMMENTO: Genere per bambini e meno bello di Cars con colori

Zoran, il mio nipote scemo: recensione

Anno 2013; regia di Oleotto; genre: drammatico. TRAMA: storia di paolo, friulano di confine tra italia e slovenia, figura border line, anarchica e piena di contraddizioni la cui vita avrà una svolta con l’arrivo del nipote Zoran. SCENA: l’osteria dove il vino la fa da padrone. COMMENTO: da vedere semplice e bello, che sa rendere simpatica una persona

Sole a catinelle: recensione

Anno 2013; regia di Gennaro Nunziante; genre: commedia. TRAMA: Classico italiano, sognatore di alto livello, per far colpo sul figlio e cercare di recuperare il rapporto con la moglie in crisi per la crisi del Paese si imbatte in un viaggio all’avventura ma fortunoso incontrando una donna figlia dell’alta borghesia ma semplice…da qui comincia il vero viaggio…spassoso

Sole a catinelle di ice2010

Anno 2013; regia di Nunziante; genere: commedia. TRAMA: Checco venditore di ASpiralpovere in crisi sia a livello economico, che con la moglie promette al figlio Nicolo’ che se avra’ tutti i dieci lo portera’ in Vacanza in Barca. Nicolo’ essendo stato promosso viene quindi portato dal papa’ con molto spirito di iniziativa,classico degli italiani, dai parenti in

La vie d’Adèle: recensione

Anno 2013; regia di Adbellatif Kechiche; genere: drammatico. TRAMA: Due giovani donne che si sfiorano per strada, un incrocio di sguardi, fugace e lacerante. La storia di Adèle prende forma da qui, prima soltanto momenti di vita confusi, che il regista sapientemente ritrae sottolineando la mancanza di un qualcosa, che la stessa protagonista non è in grado

La vita di Adele di Mery02

Anno 2013; regia di Abdel Kechiche; genre: drammatico. TRAMA: Il film racconta la storia di una ragazza, Adele, che da adolescente scopre di avere un’attrazione fortissima per un’altra ragazza, Emma. Adele ama Emma ma non riesce ad entrare totalmente nel suo mondo, e per un errore irreparabile la perdera’. SCENA: Il cibo e’ parte integrante del film: molte