monique

Zucchina Spinosa

Chiamata zucchina spinosa in Italia, il Chayote o Sechium Edule, è una specie della famiglia delle Cucurbitacee esportato soprattutto dal Costarica e originario del Sud America.E’ una pianta rampicante che si riproduce interrando un frutto appena sotto la superficie del terreno. Le zucchine sono ovoidali, verdi, ricoperte di spine e pesano circa 300 grammi. Quando

tomatillo

Tomatillo

Appartenente alla famiglia delle Solanacee come i pomodori, il Tomatillo è una pianta annuale, autosterile e si sviluppa in modo cespuglioso. Le foglie sono verde chiaro, i fiori gialli e macchiati di nero, non profumano e quelli fecondati danno origine a delle bacche grandi 3-4 cm di diametro, dalla buccia verde, se mature, e racchiuse

daikon

Daikon

Letteralmente dal giapponese“grossa radice”, il Daikon è un ortaggio bianco di 20-35 cm di lunghezza e di 5-10 cm di diametro. Originario dell’Asia Orientale è molto popolare soprattutto nella cucina giapponese e lì utilizzato sia crudo, in insalate o in sashimi, sia cotto, in zuppe o stufati. Oppure marinato nell’aceto, viene usato come ornamento per

Batata

Introdotta in Italia prima della patata, durante il XVI secolo, è originaria dell’America centrale. Appartiene alla famiglia delle Convolvulaceae ed è molto conosciuta in Asia. Se appena importata veniva spesso usata, a differenza della patata che inizialmente aveva solo un ruolo ornamentale, oggi la batata è poco diffusa rispetto alla patata. Le coltivazioni sono soprattutto

acqua di fonte

Acqua Valverde

Dalle antiche sorgenti della Valsesia ai piedi del Monte Rosa, in una zona incontaminata e priva di insediamenti industriali, sgorga l’acqua Valverde, un’acqua microbiologicamente pura e minimamente mineralizzata, annoverata tra le più leggere al mondo per il suo bassissimo residuo fisso, di soli 42,8 mg/l. E’ disponibile in bottiglie di vetro trasparente, dal design (ideato

Scorzonera

Pianta perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae, ha origine in Europa centro-meridionale ed era conosciuta dai Greci con il nome di Barba di becco. Scorzonera deriva dall’antico spagnolo ”escurco” che significa “vipera” poiché originariamente era considerato come antidoto contro i morsi di vipere. Con il passare degli anni, la pianta viene conosciuta e utilizzata come

cavolo-rapa

Cavolo Rapa

Originario dell’Asia sud-occidentale, il cavolo rapa (Brassica oleracea) fu introdotto e utilizzato come alimento in Occidente da Greci e Romani e in Italia è soprattutto diffuso nel Meridione ma viene coltivato anche al Nord, dove il clima rigido ne costringe la coltivazione nei mesi estivi. In genere, poiché non viene molto usato in Italia, viene

Pastinaca

L’interesse alimentare per la pastinaca sembrerebbe risalire ai Romani, che già la coltivavano e la cucinavano in stufati e zuppe. Nel Medioevo era uno degli alimenti più utilizzati in tutta Europa ma dal XVIII secolo si iniziò a sostituirla con patate e carote, mantenendo però una certa popolarità in Francia e Inghilterra. Pianta rustica abbastanza

sedano-rapa

Sedano Rapa

Il sedano rapa (Apium Graveolans Rapaceum), chiamato anche sedano di Verona, è coltivato solo in alcune zone dell’Italia settentrionale. Ortaggio della famiglia delle Apiaceae, ha una radice arrotondata, ingrossata e soda, con una buccia grinzosa e una polpa bianca e aromatica, di sapore molto simile a quello del sedano da coste ma più delicato. Le

brie

Brie

Dalla piana del Brie, a circa cinquanta km ad est di Parigi, viene prodotto uno dei formaggi più famosi della Francia, il Brie, che nel 1980 ha ottenuto la certificazione AOC (Appellation d’origine contrôlée). Nel 1814 durante il Congresso di Vienna venne definito il “Re dei formaggi e formaggio dei Re” poiché già in precedenza

Pont-l’eveque

Il Pont-l’Evêque conosciuto con il nome dell’omonima cittadina sin dal XVII secolo, è probabilmente il formaggio più antico della Normandia. Famoso già dal medioevo in tutta la Francia, nel 1972 è stato fregiato della certificazione AOC (Appellation d’origine contrôlée). La cagliata viene posta a maturare in luogo tiepido, in stampi quadrati, rotta di continuo e

reblochon

Reblochon

Formaggio di montagna, originario della Savoia, il Reblochon dal 1958 si fregia della certificazione AOC (Appellation d’origine contrôlée). Il nome deriva dal verbo “reblocher” cioè “spremere di nuovo”, poiché nel ‘400 i contadini, per ingannare gli esattori a cui dovevano pagare una quota in proporzione al latte prodotto, non mungevano del tutto le vacche. La

livarot

Livarot

di Monica Valeri.Il Livarot insieme al Pont-l’èveque è uno dei formaggi più antichi della Normandia.La cagliata viene ridotta in grossi grani e poi sminuzzata e rimescolata negli stampi. Dopo la sgocciolatura viene cosparsa di sale grosso o immersa in salamoia. Preparato con latte di mucca intero è di pasta grassa, senza occhiature, di sapore forte