Ivana De Innocentis

Ivana De Innocentis

E'Nata,vive e lavora a Roma. Per "Il Giornale del Cibo" segue le rubriche Cibo & Cultura e Food 2.0Il suo piatto preferito sono le fettuccine ai funghi porcini o un classico abbinamento pizza & birra. Alla domanda cosa non può mancare in cucina, risponde "spezie, verdure e creatività".
Instagram

Foodporn Vegetariano: 5 profili Instagram da seguire

I social media sono sono oramai parte integrante, diciamo pure vitale, delle nostre attività quotidiane, sono un luogo di scambio, confronto, dialogo, e non ultimo una grande fonte di ispirazione. Basti pensare a quanto possano rivelarsi utili in cucina, per scoprire nuovi abbinamenti, nuove idee, nuove ricette, o semplicemente per deliziarci gli occhi con foto

Vacanze Vegan

Vita da Vegan: 6 consigli per vacanze senza sorprese

Da quando sono diventata vegetariana ho avuto la fortuna di viaggiare molto all’estero. Confesso che ogni volta la preoccupazione principale non è tanto per me, quanto per i miei compagni di viaggio, inevitabilmente condizionati, almeno in minima parte, dalla mia scelta alimentare. Chiaramente l’altra preoccupazione è quella legata alle conseguenze pratiche della ricerca di piatti

App vegan e vegetariane

Vita da Vegan: 4 App che vi cambieranno la vita

Quando sono diventata vegetariana, quasi dieci anni fa, oltre a sentirmi un po’ sola nella mia scelta, ero un po’ sola anche a livello mediatico e tecnologico. All’epoca reperire informazioni utili, quali ristoranti, ricette, consigli, ma anche prodotti sostitutivi alla carne, era una vera caccia al tesoro. I principali strumenti che avevo a disposizione erano

Dieta vegana

Sfigati dell’Alimentazione? Sfatiamo i falsi miti della Dieta Vegana!

“Sei vegetariana? Ah, quindi mangi solo verdura?”. Vorrei aver avuto un euro per ogni volta che qualcuno mi ha detto questa frase, ora sarei così ricca da poter aprire un ristorante vegetariano. Nonostante il numero sempre crescente di vegetariani in Italia, di attenzione dei media sull’argomento, di eventi, articoli e conferenze in cui si elogia

Cibi vegani che sembrano carne

Cibi Vegani che sembrano Carne: che senso hanno?

Sono tanti gli argomenti di scontro e discussione, purtroppo non sempre costruttivi, tra vegani e vegetariani da un lato e onnivori dall’altro. Uno di questi riguarda il consumo di alimenti vegani che per forma, colore e perfino nome e sapore ricordano i prodotti del banco macelleria. Armandomi di non poca pazienza, dote fondamentale per vivere

Locali e Ristoranti Vegani

Alla scoperta dei Locali Vegan: 5 imperdibili tappe italiane

Essere vegetariani e vegani, come tutte le scelte radicali, non è affatto facile. Implica sacrifici e, diciamolo, immense rotture di scatole che inevitabilmente condizionano le nostre vite e quelle di chi ci sta intorno. Ma sono sempre stata un’inguaribile ottimista e una persona positiva, per cui mi piace pensare che essere vegetariana stimoli la fantasia

Promuovere un ristorante sui social

Promuovere un ristorante sui social: 10 regole

Promuovere un ristorante sui social media richiede, come abbiamo visto regole strategiche ben precise tra cui la scelta dei canali giusti, cura e coinvolgimento della community e, preferibilmente, capacità narrative di brand storytelling. Un altro punto essenziale per una buona presenza sui social è quello della cura dei contenuti. La semplice presenza o un ‘piano d’azione’

Facebook per i ristoranti

6 regole per promuovere un locale su Facebook

Inutile dirlo, nel social media marketing, in Italia, il primo social network a cui si pensa è Facebook. Come potrete immaginare,  in realtà ogni settore, brand, attività, servizio o prodotto richiede una specifica analisi, che includa una strategia di social media marketing e una selezione dei social media più adatti, in base a caratteristiche, target

Saipancakes

Saipancakes: ricette per Pancakes tagliati ad arte!

Illustratore, insegnante e super-papà: questo il profilo di Saipancakes, il re indiscusso della food art realizzata con i pancake. Come molti genitori fantasiosi e aspiranti cuochi, tutto è nato come un gioco, come un esperimento divertente per intrattenere i figli, nel suo caso particolare durante una vacanza-avventura di nove mesi in Saipan. Da qui il

Mrs Marmalade Bleue

Con Mrs Marmalade, il lettering ha tutto un altro sapore!

Danielle Evans, in arte, Mrs Marmalade Bleue, porta la food art su Tumblr e lo fa con un progetto chiamato Food Typography. Artista talentuosa e versatile, il cui punto di forza sono lo studio di caratteri tipografici e il lettering, ovvero più semplicemente, l’arte di disegnare lettere, una sfera più ampia e se vogliamo più

opere di Sarah Rosado

Sarah Rosado: i cereali con il volto della musica

Fin da piccola a Sarah Rosado, artista autodidatta e fotografa con sede a New York City, è sempre stato detto in casa di non giocare con il cibo: fortuna vuole che non abbia ascoltato il rimprovero della mamma. La passione per l’arte è sempre stata una componente importante della sua vita, ed è esplosa via

social-network-e-ristorazione

Presenti sul web: 3 cose che i ristoranti devono sapere

Nell’epoca del web 2.0, si sa, non si può non essere presenti sui social media: non esserci, o esserci nel modo sbagliato, significa non essere al passo con i tempi, comunicare la propria assenza e lasciare più spazio ai competitor. La regola dell’ esserci a tutti i costi sui social media non è sempre valida:

amanda

I vegan mandala di Amalia Bussard

Da quando sono vegetariana, oramai diversi anni, mi diverto a osservare le diverse reazioni delle persone al momento della scoperta. In alcuni rarissimi casi mi sento dire “fai bene, la carne fa male, dovrei mangiarne meno anche io”, ma generalmente vengo purtroppo sommersa da raffiche di domande, dalle più classiche alle più bizzarre, del tipo

Instagram-a-colazione

Con Carter Asmann, la macchia di caffè diventa arte

La fantasia creativa associata alla food art è davvero senza limiti e il social network Instagram è uno dei canali prediletti di comunicazione e perfino di vendita di giovani artisti: una vetrina che consente di mostrare le proprie creazioni, dando spesso anche ampio spazio alle richieste della community. Ed è proprio su Instagram che l’artista

mamma instagram

Con Samantha Lee, essere genitori è una food arte

Più o meno tutti da piccoli siamo stati capricciosi a tavola, con conseguenti pianti e spreco (spesso lancio) di cibo. L’unica via di salvezza, per genitori pazienti e meno pazienti, è quella di rendere allegro il momento dei pasti, con soluzioni divertenti e creative, tra cui il noto e mai passato di moda aeroplanino /

I ritratti di James Ostrer

Con James Ostrer, il junk food diventa arte

Il settore del food è in continua evoluzione: rivisitazioni moderne di ricette tradizionali, rielaborazioni creative di piatti stranieri, continue sperimentazioni di accostamenti, tecniche e cotture, nuovi modi concettuali e artistici, a volte estremamente ricercati, minimal o appariscenti, di presentazione dei piatti. Quella che però resta, purtroppo, una certezza costante è questa: il junk food (o

misterkrisp

Misterkrisp: l’arte di fare arte con i cereali

Instagram può essere un ottimo strumento per condividere e far conoscere al mondo online le proprie creazioni, magari addirittura un trampolino di lancio per una vera e propria attività commerciale. Basta un po’ di fantasia, un’idea originale, una buona community, conoscenze base sull’utilizzo del social network e un pizzico di fortuna. È quello che è

sushi mania

Impazza la sushi-mania: curiosità e nuove tendenze

Quando in Occidente si parla di cucina giapponese, il primo pensiero va senza dubbio al sushi, merito del successo che ha riscosso questo piatto a livello mondiale (tanto da far parlare di sushi mania) e della grande diffusione di sushi-bar. A renderlo un piatto così amato è indubbiamente la sua bontà ma anche i suoi

fast food del futuro

Nuove frontiere del fast food: cannoni spara-cibo?

In cucina, come nella vita, i ritmi sono sempre più frenetici. Si utilizzano utensili da cucina sempre più complessi e sempre più sostitutivi del lavoro manuale, si pensi al famoso Bimbi che consente di realizzare piatti davvero elaborati con il minimo sforzo. Si ricorre a ricette veloci, addirittura scandite sulle copertine dei ricettari da tempi