Francesca Bono

Francesca Bono

Nata a Bologna dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo segue le rubriche Tra frigo e dispensaMercato e Trend. Il suo piatto preferito sono gli gnocchi di patate con sugo di pomodoro e funghi perché adoro gli gnocchi che mi ricordano tanto mia nonna. In cucina non può mancare: l'ordine perché se non è tutto a posto non posso cominciare a risporcare.
Integrazione attraverso il cibo

Italia multiculturale: l’integrazione comincia a tavola?

Il cibo è cultura e in quanto tale può essere un importante strumento di integrazione tra individui di diversa origine e tradizioni. Una società multiculturale è un’imperdibile opportunità di crescita e arricchimento e diverse, infatti, sono le iniziative che partono dal settore alimentare per realizzare una crescita culturale e sociale oltre che economica del nostro

benefici dei frutti rosii

Frutti rossi: perché se ne parla tanto?

Con l’arrivo della bella stagione è importante depurare il nostro organismo dalle proteine e dai grassi consumati nei mesi invernali. Un aiuto ci arriva dai frutti rossi, che possono essere considerati tra i più preziosi rimedi naturali, a nostra disposizione proprio tra primavera ed estate. Perché tanto si parla di questi frutti? Quali sono i benefici

Alternative al latte di mucca

Alternative al latte vaccino: come fare il latte di cocco

L’allergia al latte vaccino è molto diffusa, così come l’opinione che il consumo eccessivo di latte di mucca sia dannoso per la nostra salute. Non bisogna poi trascurare quella parte sempre più importante di persone che consuma alimenti senza lattosio perché ha scelto un’alimentazione vegetariana o vegana. Che si tratti di intolleranza o di scelta etica, quali

Vinitaly 2015

Le nuove frontiere del vino: Vinitaly è proprio fiera!

L’edizione Vinitaly 2015 si è chiusa ieri con forte entusiasmo sia da parte degli organizzatori, che da parte di espositori e visitatori. Nuove frontiere: Far East e Africa Come si legge nel comunicato stampa di chiusura, quest’anno gli operatori professionali provenivano da 140 Paesi, ben 20 in più rispetto al 2014. In totale i visitatori

Pesce di Allevamento: ecco come riconoscerlo

Che pesce compriamo? Siamo in grado di capire se il pesce esposto sul banco del nostro pescivendolo di fiducia è pescato e riconoscere il pesce di allevamento? Partiamo dal presupposto che la normativa europea prevede che il consumatore abbia il diritto di avere informazioni ben precise su ciò che gli viene offerto e che quindi

Bacche di Acai

I benefici delle bacche di Açai: leggenda metropolitana?

Le Bacche di Açai, frutto originario dell’Amazzonia, sono ricercatissime per l’alto contenuto di antiossidanti. Ma quanto c’è di vero e quanto è stato costruito intorno alle proprietà benefiche per puro profitto? La leggenda indigena delle bacche di Açai Conosciuta dalle popolazioni indigene come iça-çai, frutto che piange, la bacca è protagonista di una leggenda indigena.

cosa coltivano gli italiani

Cosa coltivano gli italiani nel loro orto?

Avere un orto, che sia comunale o nel proprio giardino di casa, sul terrazzo o balcone del proprio appartamento è diventato un must. Ma cosa coltivano gli italiani nei loro spazi verdi? In occasione del proprio 70esimo anniversario, il leader a livello europeo nella vendita a distanza di prodotti di giardinaggio, Bakker, ha presentato i

semi di chia

Tutto quello che c’è da sapere sui semi di chia

Sono i semi di una pianta floreale ricca di proprietà nutrizionali, introdotta in Europa dai conquistadores spagnoli. Il consumo di semi di chia si sta sempre più diffondendo anche nel nostro Paese, tanto da far pensare ad un nuovo tormentone food. Origini del consumo dei Semi di Chia La chia (Salvia hispanica) è una pianta

capicollo azze grecanico

Capicoddho azze anca: il salume che parla greco

In dialetto Capicoddho azze anca, il capicollo azze anca grecanico si produce in quella parte di Calabria che conserva ancora testimonianze della dominazione greca. La lavorazione inizia a partire dal mese di novembre e continua fino a marzo. Un prodotto legato fortemente alle radici storiche e culturali dell’area grecanica e per questo tutelato da Presìdi

produrre con gli scarti

Bioeconomy: cosa si produce con gli scarti alimentari?

Nell’anno di Expo, dal tema tutto alimentare, si parlerà anche di innovazione e del futuro del cibo. Non ci si può quindi esimere dal riflettere sull’impatto che il comparto alimentare ha sull’ambiente e su quali possono essere le soluzioni. Che impatto ha la trasformazione del cibo sull’ambiente? Solo per fare alcuni esempi, in Italia, secondo

alberello di Pantelleria

Alberello di Pantelleria: la vite riconosciuta dall’Unesco

Da sempre simbolo di una comunità, la vite ad alberello di Pantelleria è ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità. L’UNESCO ha infatti riconosciuto il valore storico-culturale ed identitario di questa coltivazione unica al mondo, che nel tempo ha modellato il paesaggio dell’isola. A Pantelleria si continua ad utilizzare la stessa antica tecnica. Questa forma di coltivazione, che

come leggere l'etichetta dell'acqua minerale

Acqua minerale: cosa ci dice l’etichetta?

Perché non perdersi in un bicchier d’acqua, se può permetterci di scoprire qualcosa in più?! L’acqua è fondamentale per il nostro organismo e può avere effetti salutari, se siamo in grado di scegliere quella più adatta al nostro organismo. Ma quale è più adatta? Come possiamo scegliere? Proviamo a capirlo insieme. Tutte le acque, che

piante selvatiche commestibili

Reinventare la gastronomia con le piante selvatiche

Costine di levistico, foglie di bardana e rametti di larice… No, non vi stiamo dando gli ingredienti per qualche pozione magica! Vogliamo portarvi per boschi e parlarvi di cibi spontanei. Si può sfuggire ad un quotidiano ipertecnologizzato e allo stress di un contesto metropolitano anche attraverso il cibo! Esistono numerose piante selvatiche commestibili, alimurgiche, offerte

microbirrifici

Birra artigianale? Il futuro è dei microbirrifici locali

Vogliamo proseguire il viaggio nel mondo brassicolo italiano, per sentire direttamente da esperti e produttori cosa rende di qualità una birra. Abbiamo intervistato Massimo Salvatori del Birrificio Agricolo Artigianale BIRRADAMARE di Roma, che proprio sull’alta qualità fonda la propria filosofia aziendale, prestando la massima attenzione alla filiera produttiva, dalla scelta delle materie prime alle competenze

acqua in bottiglia o del rubinetto

Acqua in bottiglia o del rubinetto?

L’acqua è la componente primaria del corpo umano, in una percentuale che varia a seconda dell’età, del sesso, della costituzione, e del tipo di alimentazione. Da giovani ne siamo ricchi, ma crescendo il suo tenore si riduce progressivamente: da una media del 75% nei bambini piccoli, si passa a circa il 50% nella terza età.

carciofo Tondo di Paestum

Carciofo Tondo di Paestum IGP

Il Carciofo di Paestum, detto anche Tondo di Paestum, per la caratteristica forma tondeggiante dei capolini, ha assunto nel tempo caratteristiche proprie, distinte dal tipo Romanesco cui appartiene, tali da avergli garantito il riconoscimento IGP dal 2005. Coltivato nella Piana del Sele, deve a questa zona vocata le sue apprezzate caratteristiche, tra le quali la

vino kosher

Vino Kosher: regole per prodotti di eccellenza

Tutto ebbe inizio da Noè, naturalmente, che, come narra la Torah, scampato al diluvio universale pianta la prima vite. Non sappiamo che caratteristiche avesse il vino prodotto da quella prima vite, ma sappiamo che attualmente un vino per essere bevuto dai discendenti del patriarca, ebrei osservanti, deve essere Kosher. Solo se sono state rispettate le

Radicchio Rosso di Asigliano

Identikit del Radicchio Rosso di Asigliano

Fiore d’inverno della terra vicentina, il Radicchio Rosso di Asigliano si coltiva nella pianura vicentina, nel punto in cui incontra le province di Verona e Padova. Il terreno di questa zona, fertile e leggero, ricco d’acqua, è l’ideale per la sua coltivazione. Origini Il radicchio è una cicoria di lontana origine asiatica, per secoli utilizzato come

agricoltura del futuro

Gli orti urbani del futuro

L’urbanizzazione non si arresta, le aree rurali continuano a perdere valore e la disponibilità di terra diminuisce. Come possiamo immaginare l’agricoltura del futuro? Vi presentiamo due progetti, il primo portato avanti da ricercatori universitari e il secondo promosso da associazioni impegnate per lo sviluppo sostenibile, che attraverso percorsi differenti cercano di trovare soluzioni alla necessità di