Angela Caporale

Angela Caporale

Nata a Udine, vive e lavora a Bologna come giornalista freelance. Il suo piatto preferito è la pasta alla carbonara, perché le viene proprio bene in tutte le sue varianti. In cucina, per lei, non può mai mancare una compagnia ciarliera, un dolce da condividere e un buon bicchiere di vino bianco.

Che differenza c’è tra dietologo, dietista e nutrizionista?

  Mangiare sano nel nostro Paese è una priorità per una porzione sempre più ampia della popolazione. Ben il 70% degli italiani, secondo uno studio Nielsen, è interessato a conoscere la composizione di ciò che mangia, il 67% è preoccupato dall’uso di additivi e conservanti, il 55% ricerca sul mercato prodotti naturali e biologici. Un

op mediterraneo

Mediterraneo, l’Organizzazione produttiva che valorizza la filiera agroalimentare

  Da un lato lo sfruttamento, dall’altra la pressione della grande distribuzione, non sono poche le difficoltà che incontra, oggi in Italia, chi vuole vivere di agricoltura. Tra queste, quella di non trovare un ente che possa rappresentare i propri interessi. Come fare, allora? Occorre crearne uno, come testimonia la storia di Marco Nicastro, imprenditore

riso liofilizzato

Il risotto in busta fa male?

  Facile da preparare, comodo come piatto tappabuchi per un pranzo al volo o una cena da improvvisare, il riso liofilizzato, ovvero il risotto in busta, è un alimento molto utilizzato. Ma fa male alla salute oppure non dobbiamo preoccuparci? L’abbiamo chiesto alla dottoressa Francesca Evangelisti, biologa nutrizionista, che ha subito sottolineato come questo prodotto

test falso grana

Made in Italy, un test smaschera il falso Grana Padano

  Non sono rari i casi, purtroppo, in cui eccellenze del territorio vengono storpiate e vendute a basso costo all’estero. Il fenomeno dell’Italian sounding non è una novità, così come è noto il giro d’affari milionario che genera il falso made in Italy anche in ambito alimentare. Il re dei cibi italiani contraffatti è il

quarto rapporto agromafie caporalato

I dati del Quarto Rapporto Flai Cgil su agromafie e caporalato

  Presentato a Roma nell’estate 2018, il Quarto rapporto Agromafie e Caporalato dell’Osservatorio Rizzetto di Flai Cgil fotografa le condizioni in cui si trovano a “lavorare” migliaia di braccianti e operatori agricoli in Italia. Ma non soltanto, sottolinea infatti come il business del lavoro grigio e nero ha un valore pari a 77 miliardi ed

cardi proprietà

Proprietà e benefici del cardo, una verdura di stagione

  Quando si parla di cardi in cucina è naturale pensare immediatamente alla cucina tipica sarda, oppure al cardo gobbo di Nizza e Monferrato, tuttavia questa pianta erbacea, che esiste sia nella forma coltivata che in quella selvatica, ha anche molte proprietà e caratteristiche nutrizionali che la rendono interessante. Ne abbiamo parlato con la dottoressa

protocollo arance frigie

Protocollo Arance Frigie: al carnevale di Ivrea solo agrumi “puliti”

  La cultura della legalità si coltiva ogni giorno, nei campi e nelle scuole, nei luoghi di lavoro e nelle piazze. E anche in occasioni ludiche come il celebre Carnevale di Ivrea. Questa è la convinzione della Fondazione Benvenuti in Italia, di Libera Piemonte, del Comune di Ivrea, della Fondazione dello Storico Carnevale, dell’Associazione degli

app spreco alimentare

Risparmiare ed evitare gli sprechi alimentari: ecco le migliori app

Gli italiani sono sempre più sensibili al tema dello spreco alimentare, come testimoniano anche le pesanti critiche mosse alla fashion blogger Chiara Ferragni e al rapper Fedez che, nei festeggiamenti per il compleanno di lui all’interno di un supermercato milanese, sono stati ritratti insieme agli invitati mentre impiegavano ortaggi, frutta e altri alimenti per foto,

pectina fa male

Pectina per marmellate e confetture: cosa c’è da sapere?

  Consumiamo troppo zucchero e i rischi legati a questo eccesso sono potenzialmente gravi per la salute. Su questo gli esperti sono concordi e in questi anni si è aperto un dibattito anche sulle sostanze dolcificanti che potrebbero rappresentare un’alternativa. Il consumatore, infatti,  vuole risposte certe. Proprio per questa ragione, in collaborazione con la dottoressa

acqua frizzante fa male

È vero che bere acqua frizzante fa male?

  Bere acqua può sembrare un’attività neutra, tuttavia, come abbiamo visto parlando di acqua fredda, alcuni accorgimenti sono fondamentali per poter essere sicuri di consumarla nella quantità e nelle modalità corrette. Per esempio, sono in molti a preferire quella frizzante, fresca o a temperatura ambiente, perché ritenuta più dissetante, ma è davvero così e quali

Perché il “falso zafferano” è così pericoloso?

  Sembra zafferano, ma in realtà si tratta di una pianta diversa e, soprattutto, velenosa. Parliamo del Colchico d’autunno (Colchicum autumnale), pianta bulbosa appartenente alla famiglia delle Colchicacee, presente in Italia in tutto il nord, fino all’Appennino Tosco-emiliano, spesso confusa con quella esotica coltivata per l’estrazione della spezia. Per scoprire quali sono le differenze e

cibi halal e haram

Le tradizioni alimentari dell’Islam: differenza tra cibi halal e haram

  Tutte le religioni più diffuse sul pianeta guidano i fedeli tanto nella vita spirituale quanto in quella quotidiana, cibo compreso. Basti pensare alla sacralità della mucca per l’Induismo, o anche al divieto di consumare carne di cavallo per i primi cristiani. Nel caso di Ebraismo e Islam, poi, sono molti e dettagliati i precetti

Nero, blu, grigio, rosa: il sale colorato e gli usi in cucina

  Non tutti sanno che quello rosa dell’Himalaya altro non è che la varietà di sale colorato da cucina più famosa, ma non di certo l’unica. Esiste, infatti, anche il sale grigio, quello nero di Cipro, quello rosso delle Hawaii, quello blu di Persia. Varietà che rendono più intriganti i piatti, più colorati e sicuramente

aspartame fa male

Aspartame: cosa dicono gli studi e in quali casi è meglio evitarlo?

  I rischi connessi ad un consumo eccessivo di zucchero sono ormai riconosciuti, motivo per cui in questi anni è cresciuto l’interesse e il consumo di dolcificanti e alternative che, però, sollevano alcuni dubbi. È il caso, per fare solo qualche esempio, dello zucchero di canna, secondo molti preferibile a quello bianco, ma a ben

il sistema gastronomico di piano 35

Il “Sistema gastronomico” di Piano35 raccontato da chi lo gestisce

Al via il nuovo corso del “Sistema gastronomico” di Piano 35, all’interno del grattacielo di Intesa San Paolo di Torino: dal 17 settembre alla guida della cucina del ristorante più alto d’Italia c’è lo chef Marco Sacco, capace di conquistare ben 2 stelle Michelin con il suo “Piccolo Lago” e oggi pronto a condurre gli

merendine anni 90

8 golose e indimenticabili merendine degli anni 90

Se i bambini degli anni 70 sono cresciuti con il Buondì e la Girella, mentre quelli degli anni 80 con la coppia succo di frutta Billy e Tegolino, quali sono le merendine anni 90 che hanno caratterizzato l’infanzia dei trentenni di oggi? Scopriamolo subito con la nostra lista, partendo da dove ci eravamo lasciarti, ovvero

zucchero di canna fa male

Zucchero di canna: fa davvero meno male di quello bianco?

  Non è una novità che il consumo eccessivo di zuccheri semplici, quelli che vengono aggiunti agli alimenti sia nel piatto che durante la produzione, possa comportare dei danni per la salute. A tal proposito si è espressa anche l’Organizzazione Mondiale per la Sanità, che suggerisce di non superare i 6 cucchiaini al giorno. Proprio

piano 35 marco sacco

Piano 35: lo chef Marco Sacco alla guida del ristorante torinese

“Quando sono entrato qui per la prima volta, me ne sono immediatamente innamorato. Ero in città a Torino, e ho trovato il verde, l’azzurro, la libertà e la concretezza. Ma dove esiste un altro ristorante a 150 metri d’altezza che è, di fatto, all’aperto?” L’entusiasmo dello chef Marco Sacco, dal 17 settembre alla guida del ristorante

mangiare a scuola nord

Cosa mangiano a scuola i bambini italiani? Intervista a una maestra della provincia di Udine

  Non solo l’appetito, anche la salute vien mangiando. E alimentarsi in maniera sana è meno complicato di quel che può sembrare: l’importante, come abbiamo avuto modo di evidenziare più volte durante i mesi dedicati alla campagna “Crescere a tavola”, è iniziare fin da bambini. Da un lato è fondamentale il ruolo delle famiglie e