Angela Caporale

Passaporto friulano e cuore bolognese, Angela vive a Udine dove lavora come giornalista freelance. Per Il Giornale del Cibo scrive di attualità, sociale e food innovation. Il suo piatto preferito sono i tortelloni burro, salvia e una sana spolverata di parmigiano: comfort food per eccellenza, ha imparato a fare la sfoglia per poterli mangiare e condividere ogni volta che ne sente il bisogno.
food forest sicilia

In Sicilia nascerà la prima “food forest” in un terreno confiscato alla mafia

  Una Food forest di cinque ettari sta nascendo a Partinico, in Sicilia, trasformando un terreno confiscato alla mafia in uno spazio agricolo sostenibile, etico e promotore di un nuovo modello di relazione tra produttori e consumatori. Questo il progetto di due cooperative siciliane, NoE e Valdibella, con il supporto di Crowd Container, associazione svizzera

colletta alimentare 2020

La Colletta alimentare 2020 diventa “digitale”: come donare per un piccolo gesto di solidarietà

  La Colletta alimentare 2020 si farà ugualmente e sarà online. Nonostante le restrizioni determinate dalle normative anti Covid-19, la Fondazione Banco Alimentare Onlus che da 24 anni organizza, per il 28 novembre, una giornata di raccolta e donazioni destinate alle persone più in difficoltà ha confermato l’appuntamento. A partire dal 21 novembre e fino

quinto rapporto agromafie e caporalato

180.000 i vulnerabili in Italia: i dati del Quinto Rapporto Flai Cgil su agromafie e caporalato

  Sono 180.000 le persone in Italia che lavorano nel settore agroalimentare e sono considerate a rischio di sfruttamento lavorativo e caporalato. Questa la denuncia del Quinto Rapporto Agromafie e Caporalato dell’Osservatorio Flai Cgil Placido Rizzotto che fotografa la situazione dei fenomeni nel Belpaese durante l’ultimo biennio. Colpisce la diffusione in tutto il territorio della

Ristorante aziendale IFOM

La pausa pranzo che fa felice il dipendente: l’esperienza di IFOM

  Una pausa pranzo salutare e condivisa con amici e colleghi ci rende più sereni e ci aiuta a restare in salute. Questo è ciò che emerge da numerosi studi e trova conferma anche in quanto ci avete raccontato durante la campagna dedicata alla #BuonaPausaPranzo. Nel corso dell’iniziativa, infatti, lo scorso anno abbiamo avuto modo

In campo senza caporale

Braccianti e aziende bio contro il caporalato: il progetto “IN CAMPO! Senza caporale” della Onlus Terra!

  Le alternative allo sfruttamento dei braccianti in agricoltura esistono. Ne abbiamo parlato spesso, raccontandovi di esperienze virtuose, come quelle dell’associazione No Cap che ha lanciato la prima filiera etica in Puglia, Basilicata e Sicilia e distribuisce ormai i prodotti in tutta Italia anche in virtù della collaborazione con Good Land. Ma esistono anche realtà

“Una spesa per i bambini”, la campagna di Terre des Hommes per aiutare le famiglie in difficoltà per l’emergenza Covid-19

  Frutta, verdura, ma anche carne e pesce donati alle famiglie più in difficoltà. Questo è l’obiettivo di “Una spesa per i bambini”, il progetto della ONG Terre des Hommes nato per far fronte alle difficoltà di bambini e bambine in tutta Italia per via dell’emergenza Coronavirus. Secondo Save the Children, entro la fine dell’anno

Pronto ci sono sportello psicologico ristoratori

Nasce “Pronto, ci sono!”, il servizio di supporto psicologico per ristoratori in difficoltà

FIPE Il 60% degli europei sta soffrendo di quella che l’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce “pandemic fatigue”. Si tratta di un senso di spossatezza, stanchezza e stress causato dall’emergenza che stiamo vivendo e dal grande senso di incertezza a essa legato. Un fenomeno preoccupante che rappresenta soltanto un campanello d’allarme a proposito dell’impatto psicologico della

sfruttamento braccianti europa

Sfruttamento dei braccianti agricoli: anche una questione europea? Il rapporto dell’Open Society European Institute

  L’emergenza Coronavirus ha acceso i riflettori sui campi agricoli di tutta Europa e sui braccianti e le braccianti che ci lavorano. Si è parlato di lavoratori essenziali, persone che non potevano fermarsi per poter garantire l’approvvigionamento dei supermercati e il funzionamento della filiera. Ma la situazione di difficoltà e la chiusura delle frontiere ha

Cibo sano rapporto fao

Rapporto FAO 2020: una dieta “sana” costa il 60% in più di una base e 3 miliardi di persone non ne hanno accesso

  Siamo ancora distanti dal raggiungimento dell’obiettivo Zero Fame, previsto dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile che richiama tutti i Paesi del mondo a unire le forze per una serie di obiettivi comuni. Lo dichiara la FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura nel rapporto annuale The State of Food Security and Nutrition

Cibi in via di estinzione

Cibi in via di estinzione: quali sono gli alimenti che potremmo non trovare più in tavola e perché?

  Gli effetti del cambiamento climatico arrivano anche a tavola, e non sempre il consumatore ne è consapevole. Eppure sono numerosi gli studi che, negli ultimi anni, si sono occupati proprio di capire in che modo fenomeni come il riscaldamento globale vadano a modificare l’ecosistema agricolo, generando un impatto sulle colture. Una conseguenza in termini

Nasce la “lega” dei braccianti per dar voce agli invisibili dei campi italiani

  Il 2020 è un anno caldo nelle campagne italiane. L’emergenza dettata dal Covid-19 e il lockdown necessario per tutelare la salute della popolazione hanno portato alla luce alcune delle contraddizioni del settore agricolo denunciate dalle associazioni ormai da anni. Nell’area di Rosarno in Calabria, descrive Medici per i Diritti Umani nel suo report annuale,

World Food Programme cosa fa

Premio Nobel per la Pace 2020 al World Food Programme: cos’è e cosa fa?

  Per “il suo impegno a migliorare le condizioni per la pace nelle aree di guerra e per la sua attività nell’opporsi all’uso della fame come arma di conflitti” il Premio Nobel per la pace di quest’anno è stato assegnato al World Food Programme (WFP), agenzia delle Nazioni Unite che si occupa della lotta contro

Quando la spesa è “autism-friendly”: a Monza nasce il primo supermercato per favorire l’inclusione

  Ha inaugurato il 10 settembre scorso a Monza il primo supermercato in Italia (e non soltanto) totalmente autism-friendly. Uno spazio unico nel suo genere pensato in ogni dettaglio per essere accogliente e inclusivo anche per le persone con autismo e le loro famiglie, frutto della collaborazione tra Coop, associazione PizzAut e Alla3 onlus. Le

Donne in campo

L’agricoltura italiana è donna? I numeri dell’imprenditoria femminile e le nuove agevolazioni

  Sono quasi 500mila le imprese agricole in Italia gestite da donne, secondo i dati elaborati dalla RICA (Rete di Informazione Contabile Agricola) che danno lavoro a 180.000 persone tra lavoratori stagionali e 40.000 dipendenti. Un numero costante negli ultimi anni, ma non per questo privo di evoluzioni. Come fotografa infatti Unioncamere, le imprenditrici donne

Orti in Africa

A scuola di Biodiversità: il progetto di Fondazione Slow Food in Africa

  Compie dieci anni il progetto Orti in Africa della Fondazione Slow Food per la Biodiversità e conferma l’impegno a realizzare, in diversi paesi del continente africano, spazi dedicati non soltanto alla semplice coltivazione di verdure e altri alimenti locali, ma anche all’educazione. Gli orti, infatti, coinvolgono in prima persona i bambini in età scolare

Arachidi italiane

Arachidi 100% italiane: ecco come (ri)nasce la filiera Made in Italy

  Dopo 50 anni riparte la filiera delle arachidi italiane, prodotte al 100% sul territorio della penisola. L’iniziativa che nasce dalla collaborazione tra la Società italiana sementi, Noberasco e Coldiretti ha dato i suoi primi frutti: proprio nel mese di settembre ha preso il via la prima stagione della raccolta in Emilia-Romagna. Non tutti sanno

Situazione caporalato inchieste

Caporalato: qual è la situazione quattro anni dopo l’approvazione della Legge?

  L’approvazione della Legge 199/2016 ha segnato un momento storico per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento in agricoltura. A partire dall’entrata in vigore di quel provvedimento, infatti, è stato possibile perseguire penalmente i caporali, in virtù dell’inserimento nell’ordinamento del “reato di sfruttamento del lavoro”. A quattro anni dall’entrata in vigore, il fenomeno è

Donne contro caporalato

Verso una filiera legale, equa e dignitosa: nasce il progetto “Donne braccianti contro il caporalato”

  “Ho iniziato a lavorare nei campi nel 1990 e da subito mi sono resa conto che c’era qualcosa che non andava. Orari non rispettati, velate minacce o avances… Io non ero una ragazzina, avevo 26 anni, e da subito ho sentito che dovevo fare qualcosa.” Comincia così la storia di Lucia Pompigna, tarantina, sfruttata

Formadi Frant, l’antico formaggio che nasce dagli scarti

  Nelle antiche malghe carniche, in Friuli Venezia Giulia, si sono inventati un modo per salvare tutte le forme di formaggio, anche quelle rotte o difettose. Era, ed è, troppo importante evitare di sprecare alimenti di qualità, e così è nato il Formadi frant, Presidio Slow Food e prodotto tipico della Carnia, oggi apprezzato in