AlexanderMascal

L’insolita Trippa Della Macelleria Viola

di AlexanderMascàl. Spesso, dire Piemonte significa dire Alba… la capitale del tartufo e non molto distante da questa località in cui si trova l’oro della gastronomia italiana, il tartufo troviamo Corneliano d’Alba. Potremo fermarci a vedere la Torre, del XIII secolo, una vera curiosa: è l’unico esempio in Piemonte di costruzione a dieci lati (rarissimi

Un Roero Di Salumi… Al Vino

di Alexander Màscàl.Nelle terre piemontesi, uno degli ingredienti della cucina tipica è l’utilizzo del vino locale, come in questa località del Roero dove si producono il Favorita, l’Arneis, il Roero, senza però tralasciare gli altri vini, e naturalmente il tartufo bianco d’Alba…Siamo sul confine tra Langa e Roero, sulla strada che da Alba conduce a

Piemonte: le terre dove nasce il barolo

di Alexander Màscàl.  Siamo in Piemonte, in provincia di Cuneo, nelle Langhe albesi, sulle colline dove nasce il pregiato vino Barolo e il nostro weekend enogastronomico ci conduce in cerca di questo vino e della sua storia.Qui troviamo una località formata da due agglomerati: Grinzane Cavour e Gallo Grinzane. Basta raggiungere la periferia per essere

Piemonte: vestire il vino

di Alexander Màscàl. E’ sabato di un caldo giorno estivo e decidiamo di fare un weekend enologico alla ricerca di prodotti e scegliamo di fare una visita all’azienda agricola "La Corte", in frazione Casabianca, nell’astigiano, per poi risalire la collina a scoprire luoghi così vicini a casa che per questo… non andiamo mai a vedere

Cuneo: l’arca dei sapori: seconda puntata

di Alexander Màscàl. Raggiungiamo Cossano Belbo, piccola località sul confine della Langa albese con il Monferrato astigiano, fondata dagli ex legionari di Caracalla a cui vennero affidati dei possedimenti da coltivare, come ricompensa per i loro servizi. Qui si scontrarono, il 4 marzo 1274, le forze fedeli a Carlo d’Angiò e quelle dell’esercito astigiano.Verso Rocchetta

Cuneo: l’arca dei sapori. un weekend alla ricerca dei prodotti da salvare

di Alexander Màscàl. Siamo in Piemonte. Il nostro itinerario inizia a Santo Stefano Belbo, una località sul confine tra la provincia di Asti e quella di Cuneo. Qui, dove s’incontrano Langhe e Monferrato le due culture si sono amalgamate e le tradizioni contadine sono sopravissute all’incalzare del progresso. E’ il territorio del Moscato d’Asti, che

polenta-i-consigli-valdostani

Polenta: I Consigli Valdostani

Come ogni paese di montagna anche la Valle d’Aosta ha le sue ricette di “polenta”, ecco alcune semplici ricette: Polenta alla valdostana: Tempo di preparazione: la polenta richiede un tempo di cottura molto lungo. Difficoltà: nessuna Ingredienti per 4 persone. 500 grammi di farina per polenta 1 litro di acqua sale q.b. 200 grammi di

Agriturismo il cornarino

Il mio lavoro di giornalista e scrittrice di turismo ed enogastronomia mi conducono a girovagare tra i tavoli di trattorie e ristoranti alla ricerca di nuovi locali da provare, ma non per questo dimentico quei personaggi che hanno fatto la storia della gastronomia regionale, come nel caso dell’agriturismo Il Cornarino, e così oggi ho deciso

Motsetta

di Alexander Màscàl. La Motsetta è la carne di muscolo di vacca, pecora, o capra, insaccata, ma ne esistono delle varietà più rare, di camoscio e di stambecco. Questo tipo di lavorazione “a lunga conservazione” è molto antico e in uso in varie culture e Regioni, in quanto un tempo era dovuto all’esigenza di conservare

Boudin

di Alexander Màscàl. Pare un nome di dolce e invece i Boudin (budini), o sanguinacci sono degli insaccati confezionati con sangue di maiale (esistono anche variazioni confezionate con barbabietole rosse), patate lesse, lardo, e aromi. Si cucinano leggermente scaldati in pentola e serviti con le patate rosse di montagna, bollite.

Teteun

di Alexander Màscàl. Il Teteun è un’altro dei tipici prodotti locali valdostani, e viene prodotto esclusivamente nel comune di Gignod anch’esso ubicato nella “Coumba Freida”. Si ottiene dalla mammella delle vacche. La mammella viene messa in salamoia, pressata e bollita. Si serve condito con una speciale salsa di prezzemolo, aglio e olio.

Jambon De Bosse

di Alexander Màscàl. Tipico prosciutto crudo valdostano, insaporito con erbe di montagna, più dolce dei normali prosciutti, viene prodotto solo nel comune di Saint-Rhémy-en-Bosses, posto a 1600 metri d’altitudine, località della cosiddetta “Coumba Freida”, sulla strada che sale al valico del Colle del Gran San Bernardo. I primi documenti che ne testimoniano la produzione risalgono

Fontina di Alexander Mascal

di Alexander Màscàl. Uno dei simboli della valle d’Aosta è la Fontina, il tipico formaggio prodotto esclusivamente in questa Regione. Le prime notizie in cui si cita la Fontina provengono da documenti conservati negli archivi feudali e risalgono al 1267. Come per ogni produzione casearia l’aroma e il sapore derivano dall’erba e dai fiori di

Genepy

Génépy

di Alexander Màscàl. Tra i digestivi delle valli montane il più noto è indubbiamente il Génépy. Ottimo a fine pranzo e moderatamente alcolico viene degustato in piccolissimi bicchieri o aggiunto al caffé: dosi minime che non creano problemi… etilici, comunque è bene, oltre alla moderazione, anche gustarli quando non ci si deve mettere al volante…