Conosciute anche come “piselli mangiatutto”, le taccole sono composte da un baccello e da semi di una delle varietà dei piselli. Originarie del bacino del Mediterraneo e dell’Oriente, si differenziano dai piselli e dai legumi commestibili poiché la loro parte edibile è costituita non solo dai semi ma dall’intera struttura che li racchiude.

Lunghe circa una decina di centimetri, di colore verde chiaro, sono apprezzate per il loro sapore dolce e delicato; si mangiano come detto in apertura intere, per fare una scorta di fibre, ferro e vitamine. Le taccole quindi sono molto indicate per la crescita, sono utili in caso di obesità perché riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri; aiutano le funzioni intestinali. Dal momento che in cucina sono prevalentemente utilizzate per preparare dei contorni oggi vi proponiamo le taccole in tre ricette differenti per valorizzarne il gusto

Taccole: 3 ricette golose

Taccole con la pancetta

taccole con la pancetta

Ingredienti

  • 800 g di Taccole
  • 100 g di Pancetta
  • 4 Pomodori
  • 2 Cipollotti
  • Olio extravergine
  • Brodo vegetale
  • Burro
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

  1. Pulire le taccole, eliminando le estremità e, se presente, il filamento laterale. Lavarle e scottarle per qualche secondo in abbondante acqua bollente salata, quindi passarle sotto acqua fredda corrente per bloccare la cottura.
  2. Pulire i cipollotti, eliminando la parte verde in eccedenza, e tagliarli a rondelle sottili. Rosolarli in una padella con 3 cucchiai di olio extravergine ed uno di burro.
  3. Unire le taccole, lasciar insaporire per qualche minuto e cuocere per 10 minuti a fuoco dolce con il coperchio, bagnando quando necessario con qualche cucchiaio di brodo bollente.
  4. Aggiustare con sale e pepe e trasferire in una ciotola. Rosolare in una padella la pancetta tagliata in pezzi grossi, fino a quando saranno croccanti; versare nella ciotola con le taccole, mescolare e servire.

Taccole in umido

taccole in umido

Ingredienti

  • 1 kg di Taccole
  • 300 g di Pomodori pelati
  • ½ bicchiere di Vino bianco secco
  • 1 Cipollotto
  • Olio extravergine
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

  1. Pulire le taccole, eliminando le estremità, e spezzarle a metà nel senso della larghezza. Scaldare in una padella dai bordi alti 3 cucchiai di olio extravergine e versare il cipollotto tritato finemente per farlo imbiondire.
  2. Unire le taccole, aggiustare con sale e pepe, versare il vino, lasciarlo sfumare, e cuocere il tutto per 15 minuti. Unire i pomodori spezzettati, mescolare e continuare la cottura per altri 10 minuti.
  3. Se il condimento dovesse restringersi troppo è possibile “allungarlo” con qualche cucchiaio di acqua calda. Terminata la cottura versare in un piatto da portata e servire.

Taccole con besciamella e prosciutto

taccole ricette

Ingredienti

  • 600 g di Taccole
  • 200 g di Besciamella
  • 100 g di Prosciutto cotto
  • 30 g di Burro
  • Parmigiano
  • Maggiorana
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

  1. Pulire le taccole, eliminando le estremità, e lessarle per qualche istante in abbondante acqua bollente salata. Scolarle, asciugarle e adagiarle su una pirofila da forno precedentemente imburrata.
  2. Sciogliere in una padella il burro e rosolare, a fiamma moderata, il prosciutto cotto tagliato a dadini. Unire, fuori dal fuoco, il pepe macinato fresco e la maggiorana.
  3. Versare il contenuto della padella sulle taccole. Cospargerle con la besciamella e completare con alcuni cucchiai di parmigiano grattugiato.
  4. Mettere nel forno già caldo e cuocere a 220 °C per 5 minuti, quindi lasciar intiepidire per qualche istante e servire.

Dopo aver provato le taccole in queste ricette di gusto, potreste cambiare contorno e sperimentare le ricette con i piselli. Cosa preferite?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come analista dati per Wind. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata