Provenienza Toscana Italia
Tempo
Costo
Difficoltà

Piatto tipo toscano, in particolare della provincia senese e Grossetana. Gnudi, come si dice in Toscana per indicare qualcosa di nudo, spoglio, infatti, questi ravioli non hanno la sfoglia che li ricopre, ma è solo il ripieno. Anche questa ricetta fa parte della tradizione contadina tramandata negli anni di famiglia in famiglia. E’ raro trovarli in vendita perchè non sono facili da conservare, vengono fatti soprattutto dalle casalinghe, per lo meno da chi si ricorda ancora questa ricetta.La ricetta tradizionale ha il burro ma se preferite una versione light usate l’olio extra vergine d’oliva in egual misura.

ricetta gnudi
Gnudi (ravioli nudi)
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
ricetta gnudi
Gnudi (ravioli nudi)
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
Gli Ingredienti
Le Istruzioni
  1. Mettete la ricotta in uno scolapasta per qualche ora o, ancora meglio, dalla sera prima, ma in frigo.
  2. Lavate gli spinaci e lessateli in poca acqua salata. Scolateli e fateli raffreddare.
  3. Nel frattempo impastate la ricotta con la farina e il parmiggiano, mescolate bene e unite un pizzico di noce moscata, sale e pepe.
  4. Mescolate bene e aggiungete gli spinaci strizzati bene e tritati. Tutti gli ingredienti devono essere ben amalgamati tra di loro.
  5. Mettete a bollire una pentola d'acqua salata.
  6. Formate delle polpettine ovali e lessatele fino a quando vengono a galla (come gli gnocchi).
  7. Intanto fate fondere il burro con la salvia e saltate delicatamente gli gnudi. Serviteli caldi e con abbondante parmigiano. Buon Appetito!!!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata