In questa ricetta, il gusto delicato del sorbetto al mandarino viene impreziosito da un’elegante nota proveniente dalla gelatina di Champagne.
Provate la ricetta, proponetela a fine pasto ai vostri ospiti e fatemi sapere se e quanto hanno gradito.

sorbetto al mandarino
SORBETTO AL MANDARINO E GELATINA ALLO CHAMPAGNE
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
sorbetto al mandarino
SORBETTO AL MANDARINO E GELATINA ALLO CHAMPAGNE
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
Gli Ingredienti
Per il sorbetto al mandarino
Per la gelatina allo champagne
Le Istruzioni
  1. Ammollare la colla di pesce.
  2. Scaldare lo champagne, aggiungere lo zucchero e incorporare la gelatina.
  3. Fare sciogliere per bene mescolando con un cucchiaio, versare il composto in un recipiente e lasciare riposare per otto ore finche non avrà la consistenza gommosa.
  4. Comporre la portata in un bicchiere da Martini, tagliare la gelatina in pezzetti piccoli, adagiarvi sopra con aiuto di un cucchiaio per gelato il sorbetto che avrà preso una consistenza simile al gelato e decorare a piacere con foglioline di menta e del ribes rosso.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuta questa ricetta?

Vuoi ricevere le migliori ricette del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Daniele Ciocci

Nato a Castelfranco Emilia, vive a San Cesario sul Panaro. Per CIR food è Chef e responsabile di cucina del ristorante aziendale di un’importante impresa di Bologna. Il suo piatto preferito sono i tortellini in brodo di carne: li mangerebbe anche il 15 di agosto, “perchè sono un piatto che non conosce rivali né stagione”. Per lui in cucina non possono mai mancare i fondi: sedano carote e cipolla sono indispensabili, “perché il segreto di un sugo o di un ragù sta nel trito di verdure, che arricchisce il condimento”.

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata