Provenienza Emilia Romagna Italia
Tempo
Costo
Difficoltà

Questa è la tradizionale ricetta del pesto di lardo da mangiare spalmato nelle tigelle calde o su crostini di pane, delizioso in questi usi e indispensabile per drogare gli arrosti di maiale. Questa preparazione va a ricoprire un ruolo importante nella cucina modenese, viene infatti usata in molte preparazioni alimentari, la si può innanzitutto gustare sulle tigelle. Per chi non lo sa le tigelle sono delle focaccine di pane fatte in delle particolari schiacce di ferro, rappresentano una delle merende tipiche emiliane assieme alle crescentine ed allo gnocco fritto.Inoltre il pesto si utilizza per aromatizzare gli arrosti: preparati con questo sistema oltre che ad insaporirsi si inteneriscono, poichè il grasso del pesto allenta la carne di maiale rendendola più tenera.Infine il pesto va a costituire l’ingrediente principale delle crescenti in forno.

pesto-modenese
Pesto modenese
pesto-modenese
Pesto modenese
Gli Ingredienti
Le Istruzioni
  1. Lasciare la pancetta almeno 2 ore a temperatura ambiente, in modo che si intenerisca e faccia un po' umidità e tritarla finemente (perfetto sarebbe un tritacarne ma va bene anche un robot da cucina).
  2. Una volta macinata unite, le erbe, il sale ed il pepe finemente tritati. Se avete un tritacarne potete macinare tutto assieme intervallando pezzetti di carne alle erbe.
  3. Impastate fino ad ottenere un pesto cremoso ed il gioco è fatto.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuta questa ricetta?

Vuoi ricevere le migliori ricette del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata