Provenienza Italia
Tempo
Costo
Difficoltà

Finalmente è arrivato luglio e l’origano è in piena fioritura. Luglio è il mese ideale per fare i mazzetti di origano e per preparare l’origano secco.  Mi raccomando si rinnova ogni anno, appena pronto il nuovo, buttate il vecchio.

origano-secco
Origano secco
origano-secco
Origano secco
Gli Ingredienti
Le Istruzioni
  1. Tagliate tutti i rametti di origano, evitate quelli che si trovano a contatto con la terra, magari sono stati calpestati incautamente o sono sporchi di terra. Controllateli ad uno ad uno, togliete le foglie morte e i fiori secchi, devono rimanere solo i fiori freschi e le foglie verdi.
  2. Scuotete ogni rametto leggermente, per fare uscire qualche ospite indesiderato.
  3. Metteteli ordinatamente tutti assieme, legate il mazzo con un filo di rafia, pareggiate tutti i gambi con la cesoia.
  4. Appendete il mazzo o i mazzetti in un luogo buio, fresco e asciutto; dopo una settimana o decina di giorni, sgranate i rametti e mettete le foglioline dentro dei sacchetti di carta del pane o barattoli di vetro puliti, chiusi con il coperchio.
  5. Conservate l'origano secco, in un luogo buio, fresco e asciutto e utilizzatelo a volontà, spolverizzandolo sui vostri cibi preferiti.
  6. Si conserva per un anno.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuta questa ricetta?

Vuoi ricevere le migliori ricette del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata