Le lasagne con salmone, cappesante e punte d’asparagi sono un primo piatto sostanzioso ma delicato, ideale per menù a base di pesce da sfoggiare durante le festività o in occasioni importanti. Seguendo le istruzioni della ricetta riuscirete a portare in tavola una pietanza da applauso!

Lasagne salmone cappesante
LASAGNETTE CON CAPPESANTE, SALMONE E PUNTE D’ASPARAGI
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
Lasagne salmone cappesante
LASAGNETTE CON CAPPESANTE, SALMONE E PUNTE D’ASPARAGI
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
Gli Ingredienti
Le Istruzioni
Per le lasagne
  1. Mettere l’olio in una padella e soffriggere lo scalogno tagliato a metà.
  2. Unire le capesante e il salmone tagliato a julienne, fare cuocere per pochi minuti a fuoco vivo, aggiungere un goccio di vino bianco e fare sfumare.
  3. Togliere lo scalogno, fare restringere il fondo di cottura e tenendolo poi da parte.
  4. Tagliare gli asparagi a fettine sottili, tenere a parte le punte e saltarle in padella con un filo di olio e un goccio d’acqua avendo cura di mantenerle croccanti.
  5. Unire il pesce e gli asparagi.
  6. Nel frattempo preparare una besciamella: fare sciogliere in un pentolino il burro, aggiungere la farina, mescolare con una frusta in modo che non si formino grumi e a questo punto unire il latte tiepido e il brodino di pesce continuando a mescolare.
  7. Aggiungere il sale, il pepe e la noce moscata e portare ad ebollizione. Cuocere fino a che la besciamella non avrà ottenuto la giusta densità.
  8. Unire alla besciamella il fondo di cottura delle cappesante e il basilico sminuzzato.
  9. Fare cuocere in acqua salata la pasta e trasferirla su un telo.
  10. In una pirofila da forno leggermente imburrata mettere uno strato di besciamella al basilico, coprire con la pasta delle lasagne, aggiungere altre cucchiaiate di besciamella e poi distribuire sulla superficie il sugo di pesce e gli asparagi. Continuare con gli strati alternati fino a concludere con il parmigiano, il pane grattugiato e dei fiocchetti di burro.
  11. Fare cuocere in forno caldo a 180° per 35-40 minuti fino ad ottenere una crosta bella dorata.
Per il brodo di pesce
  1. In un pentolino mettere circa 500 g d’acqua la pelle e lo scarto del salmone, mezza cipolla, le foglie del sedano, una carota, lo scalogno e fare bollire per qualche minuto.
  2. Filtrare il tutto e, se si gradisce insaporirlo di più, unire qualche coda di gambero.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuta questa ricetta?

Vuoi ricevere le migliori ricette del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Daniele Ciocci

Nato a Castelfranco Emilia, vive a San Cesario sul Panaro. Per CIR food è Chef e responsabile di cucina del ristorante aziendale di un’importante impresa di Bologna. Il suo piatto preferito sono i tortellini in brodo di carne: li mangerebbe anche il 15 di agosto, “perchè sono un piatto che non conosce rivali né stagione”. Per lui in cucina non possono mai mancare i fondi: sedano carote e cipolla sono indispensabili, “perché il segreto di un sugo o di un ragù sta nel trito di verdure, che arricchisce il condimento”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata