Provenienza Sicilia Italia
Tempo
Costo
Difficoltà

Anche questo piatto va preparato il giorno prima di essere servito e poi scaldato al momento.È una delle ricette della mia mitica Nonna Amelia, che – chissà perché – non avevo ancora inviato. Quelle che seguono sono le quantità per 12 persone.

lacerto-glassato
Lacerto glassato
lacerto-glassato
Lacerto glassato
Gli Ingredienti
Le Istruzioni
  1. Fatevi legare la carne o fatela inserire nell’apposita reticella dal vostro macellaio di fiducia pregandolo di legare insieme alla carne le foglie d’alloro.
  2. Tornati a casa tritate la cipolla, grattugiate grossolanamente la carota e sminuzzate il sedano. Mettete sul fuoco una casseruola molto ampia e comunque tale da contenere entrambi i pezzi di carne. Coprite il fondo con abbondante olio d’oliva e rosolateci dentro cipolla carote e sedano.
  3. Quando il soffritto sarà leggermente appassito, unite la carne e fatela rosolare a lungo girandola in continuazione in maniera che tutti i pori della sua superficie siano ben sigillati. A questo punto bagnate col vino e fate sfumare leggermente sempre girando bene la carne.
  4. Unite il concentrato di pomodoro facendolo sciogliere nell’intingolo, quindi aggiungete il brodo bollente e lasciate cuocere la carne girandola ad intervalli regolari per almeno 45-50 minuti. Ad ogni buon conto per verificare la cottura della carne punzecchiatela con uno stuzzicadenti se il liquido che ne fuoriesce è rosato, allora la carne deve cuocere ancora un po’, se – al contrario – il liquido è trasparente la carne è perfettamente cotta.
  5. Togliete la casseruola dal fuoco, estraete la carne e sistematela su un tagliere e fatela raffreddare.N
  6. el frattempo fate restringere il fondo di cottura, quindi deglassate la casseruola e frullate tutto l’intingolo in maniera che ne risulti una salsa densa e liscia. Tenete la salsa da parte.
  7. Quando la carne sarà fredda, liberatela dalla reticella o dallo spago e mettetela in frigorifero per almeno 4-5 ore.
  8. Togliete dal frigo la carne ed affettatela sottilmente (io utilizzo una piccola affettatrice semi professionale). Via via che la tagliate, sistemate le fette in una pirofila di quelle adatte a passare dal forno alla tavola. Lasciate che la carne torni a temperatura ambiente.
  9. Circa mezzora prima di servirla, passate la carne in forno già caldo a 140° per circa 10-15 minuti e nel frattempo scaldate bene in una casseruola la salsa di condimento.
  10. Togliete la pirofila con la carne dal forno, nappate sulla carne la salsa e servite immediatamente accompagnando il piatto con purè di patate o con piselli in umido.
CHI AMA IL CIBO AMA CONDIVIDERE

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità de Il Giornale del Cibo?

Iscriviti alla nostra newsletter

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata