Falso e magro: due aggettivi che non promettono nulla di buono. Ma ecco che, quasi per magia, alla prima fetta il misterioso involucro rivela un ripieno ricchissimo. Non a caso il farsumagru è uno dei più celebrati piatti di carne della Sicilia. La carne bovina non ha mai trovato largo impiego nella cucina siciliana, perché considerata dura e fibrosa. Buoi e mucche, infatti, prima di arrivare ai macelli avevano fatto per molti anni il loro dovere tirando pesantissimi aratri. Per questo nella cucina tradizionale si usa marinare la carne perché diventi più tenera, o utilizzarla macinata in polpette o polpettoni.

La rivincita, se così si può dire, della carne bovina è proprio il farsumagru , un piatto ricco e succulento che nasconde al suo interno una vera sinfonia di ingredienti. Certamente una preparazione antica, forse ispirata alla cucina francese per via di quel nome “farce de maigre”, cioè farcia di magro, dove farce si è sicilianizzato in farsu, che comunque non significa farcia, ma falso.

Ecco come preparare un perfetto falsomagro alla siciliana.

falsomagro alla siciliana
Falsomagro alla siciliana (farsumagru)
Porzioni
6persone
Porzioni
6persone
falsomagro alla siciliana
Falsomagro alla siciliana (farsumagru)
Porzioni
6persone
Porzioni
6persone
Gli Ingredienti
Le Istruzioni
  1. Tritate l’aglio e il prezzemolo. A parte affettate sottilmente il cipollotto. Rassodate le uova, sgusciatele e tagliatele a spicchi. Bagnate il pangrattato nel latte, poi strizzatelo bene.
  2. Battete con un batticarne la fetta di vitello, in modo di assottigliarla il più possibile. Tritate il prosciutto e la pancetta, versateli in una ciotola e sbriciolatevi le salsicce.
  3. Aggiungete il caciocavallo, la carne macinata, il pangrattato, il trito di aglio e prezzemolo e un cucchiaino di spezie in polvere. Salate, pepate e mescolate molto bene questa farcia.
  4. Spalmate sulla fetta di carne la farcia lasciando un bordo di circa 2-3 cm per evitare che il ripieno fuoriesca durante la cottura e allineatevi sopra gli spicchi di uova nel senso della lunghezza.
  5. Arrotolate la carne, legatela e rosolatela in un tegame con il cipollotto e lo strutto, quando la rosolatura sarà completa unitevi il vino e fatelo evaporare.
  6. Versate nel tegame la conserva e la passata di pomodoro. Salate, pepate e fate cuocere per circa 40 minuti, unendo, se necessario, un po’ di acqua calda.
  7. Fate intiepidire il farsumagru, liberatelo dallo spago, tagliatelo a fette e servitelo con la salsa.
Note della ricetta

Vino consigliato: Taburno Rosso; Nero d’Avola.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuta questa ricetta?

Vuoi ricevere le migliori ricette del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Ullix

Mauro Ulisse, conosciuto nel web come Ullix,  ha avuto sempre come hobby la cucina, prediligendo i primi piatti, soprattutto se di pesce, e il pesce in generale. Ha conseguito la laurea in Pedagogia, Filosofia e in Medicina e Chirurgia. Dopo lunga esperienza di Sala Operatoria, ha diretto il Laboratorio di Urodinamica e di Fisiopatologia Viscerale presso l’Ospedale Pediatrico “G. Salesi” di Ancona. Da pochissimo tempo pensionato, per limiti di età.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata