Provenienza Sardegna Italia
Tempo
Costo
Difficoltà

Mentre le bacche di mirto selvatico sono molto aspre e vanno bene per fare il liquore, quelle coltivate sono solitamente molto dolci e per questo risultano perfette per realizzare un’ottima Marmellata di Mirto. Ideale per una colazione sana e genuina, vediamo quali sono i passaggi per preparare questa golosa confettura.

Ricetta Marmellata di Mirto
Confettura di mirto
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
Ricetta Marmellata di Mirto
Confettura di mirto
Porzioni
4persone
Porzioni
4persone
Gli Ingredienti
Le Istruzioni
  1. Lavate e asciugate sia le bacche che la mela cotogna. Togliete il torsolo alla mela cotogna e pesatela, quanto pesa la mela cotogna, pesate altrettanto di zucchero. Es: 300g mela cotogna = 300g di zucchero.
  2. In un tegame capiente, mettete a cuocere la mela cotogna tagliata a pezzettini, compresa la buccia e l'acqua.
  3. Quando la mela cotogna è molto tenera, aggiungete le bacche di mirto. Lasciate cuocere e disfarsi un po', solo allora aggiungete lo zucchero. Cuocete fino a quando ritenete opportuno, o fate la prova del piattino, mettete una goccia di marmellata sul piattino, se non scivola la marmellata è pronta.
  4. Versatela nei barattoli appena sterilizzati e asciutti, chiudete e capovolgeteli, lasciateli raffreddare così. Conservateli in un luogo fresco e buio, potete consumarla dopo una settimana, ma dopo un mese è migliore. Se aprite il barattolo, mettetelo in frigo e copritelo con un goccio di liquore al mirto.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuta questa ricetta?

Vuoi ricevere le migliori ricette del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata