Gli antichi Inca la chiamavano “la madre di tutti i semi”. Abbinata alle verdure costituisce un pasto completo. Non è un cereale, ma fa bene come il riso. È vegetale ma ha le stesse proprietà nutritive della carne. È ricca di zinco, quindi adatta ai periodi di studio ed affaticamento mentale. Non solo, ridotta in farina può essere usata anche per la preparazione di dolci. È la quinoa, un alimento che negli ultimi anni sta spopolando sulle nostre tavole. Perché? È solo una tendenza del momento o ci sono delle reali motivazioni per la propensione a questo cibo?

Fino a qualche anno fa in Europa pochi conoscevano questo seme che viene dal sud America. Ultimamente, invece, la quinoa è entrata a far parte delle abitudini alimentari europee acquistando una certa popolarità, al punto che, come spesso succede in questi casi, il prezzo è più che triplicato rispetto alle origini.
Raccontandovi le proprietà della quinoa, vi abbiamo detto che è priva di glutine, perfetta quindi per chi soffre di celiachia, è ricca di proteine, per questo presente anche nella dispensa vegana e ha molti altri vantaggi. Se è vero infatti che, usata al posto del riso o della pasta il suo costo è più elevato, è altrettanto vero che offre lo stesso apporto proteico della carne, senza raggiungere il prezzo del manzo o della vitella. A fronte di una spesa che varia tra i 6 e gli 8 euro al chilo, inoltre, ha una resa di 2 volte e mezzo il suo volume. Questo significa che cuocere 60-70 grammi di quinoa vi porterà una porzione di almeno 200 grammi nel piatto. Vediamo ora come utilizzare la quinoa in ricette golose e veloci

Come cuocere la quinoa

Per prima cosa è importante specificare che la quinoa può essere utilizzata sia in chicchi che in farina per piatti salati o dolci.

In America latina esistono oltre 200 varietà di quinoa, ma le più diffuse sono la bianca, la rossa e la nera. Può essere utilizzata al posto della pasta o del riso, ma anche lavorata per la preparazione di burger vegetali. La prima cosa da fare è lavare accuratamente la quinoa e tenerla in ammollo per un paio d’ore; deve poi essere messa a bollire in abbondante acqua, circa il doppio del suo peso. È importante, inoltre, che la cottura avvenga con coperchio perché assorbe tantissima acqua. La quinoa è cotta quando i chicchi si saranno gonfiati e avranno formato un piccolo germoglio bianco.  

Quinoa: ricette sfiziose per gustarla al meglio

Insalata di quinoa con verdure

insalata di quinoa e verdure

In vista dell’estate questa ricetta è un’utile alternativa alle tradizionali e più comuni insalate di pasta o di riso. Adatta ad essere consumata anche fredda, è perfetta per i pranzi fuori casa.

Ingredienti per tre/quattro persone

  • 250 grammi di quinoa
  • 4 zucchine
  • 1 cipolla
  • 150 grammi di pomodorini
  • una decina di olive nere
  • olio evo q.b.
  • qualche foglia di basilico

Procedimento

  1. Sciacquate la quinoa per eliminare eventuali residui di polvere o saponine. Mettete a bollire l’acqua in una pentola capiente. L’acqua deve essere almeno il doppio rispetto alla quantità di quinoa.
  2. Nel frattempo pelate la cipolla e tritatela finemente. Fatela rosolare con un filo d’olio in una padella antiaderente.
  3. Lavate e tagliate a rondelle le zucchine. Aggiungetele alla cipolla, salare e lasciatele cuocere per circa 10/12 minuti. Spegnete e lasciate riposare.
  4. Lavate e tagliate i pomodorini e metteteli in un’insalatiera piuttosto capiente. Aggiungete sale e olio e qualche foglia di basilico spezzettata.
  5. Fate cuocere la quinoa in acqua salata per una quindici venti minuti, quindi scolatela e versatela nell’insalatiera con i pomodorini. Girate bene ed aggiungete, se occorre, ancora un po’ d’olio.
  6. Aggiungete le zucchine e mescolate bene.
  7. Mettete le olive nere precedentemente snocciolate. Mescolate bene.
  8. Potete servire immediatamente la quinoa oppure gustarla a temperatura ambiente, come fate per l’insalata di riso.

Polpettine di quinoa

polpette di quinoa

Questo tipo di polpette, che possono essere cotte in forno, al microonde o in padella, sono vegetariane, adatte a chi vuole limitare il consumo di carne o sperimentare un sapore nuovo. Abbiamo già spiegato che la quinoa non contiene glutine, ma in questo caso dobbiamo sottolineare che, a causa della presenza di pangrattato non è un piatto gluten free. In caso di commensali celiaci ricordatevi di sostituire questo ingrediente con uno senza glutine.

Ingredienti

  • 250 grammi quinoa
  • 2 zucchine
  • 1 patata
  • 1 carota
  • olio extravergine d’oliva
  • pangrattato
  • sale e pepe
  • erba cipollina qb

Preparazione

  1. Per prima cosa cuocete la quinoa in una pentola di acqua bollente per 10 minuti.
  2. Nel frattempo lavate le zucchine, privatele delle estremità e grattugiatele molto fini. Aggiungetele alla quinoa e fate cuocere per ulteriori 3-4 minuti.
  3. Scolate molto bene e mettete da parte.
  4. Fate bollire le patate e le carote. A cottura ultimata scolatele, fatele raffreddare; poi schiacciatele con lo schiacciapatate.
  5. Prendete una capiente insalatiera e versate la quinoa con le zucchine grattugiate, aggiungete le altre verdure schiacciate, il sale, il pepe, l’erba cipollina e mescolate bene con l’aiuto di un cucchiaio di legno.
  6. Se il composto dovesse aver bisogno di prendere corpo, o se le verdure dovessero rilasciare ancora acqua, aggiungete qualche cucchiaio di pangrattato. Girate finché non vi rendete conto che il composto può essere lavorato con le mani.
  7. Prendetene un po’ tra le mani e arrotolatelo formando delle polpettine. Versate il pangrattato in un piatto fondo e passatevi le polpette, mettendole poi da parte.
  8. Scaldate l’olio in una padella e non appena è pronto friggete le polpette di quinoa fino a doratura.
  9. In alternativa potete cucinare queste polpette al forno, a 180° gradi per 15/20 minuti, o in forno a microonde, con la funzione combinata, per 8/10 minuti.
  10. Servite accompagnate con contorno di pomodori o misticanza.

Biscotti con farina di quinoa

biscotti alla quinoa

La presenza di farina di quinoa e dello zucchero di canna daranno a questi biscotti un aspetto rustico mentre il cioccolato e le mandorle renderanno il sapore inconfondibile.

Ingredienti

  • 150 gr di farina di quinoa
  • 100 gr di mandorle
  • 75 gr di zucchero grezzo di canna
  • 1 uovo intero e un albume
  • 50 gr di gocce di cioccolato
  • un cucchiaino di cannella

Procedimento

  1. Nel mixer frullate le mandorle e riducetele in farina, aggiungete lo zucchero di canna, ma tenetene da parte un paio di cucchiai.
  2. Prendete la farina ottenuta e mischiatela con quella di quinoa in un recipiente capiente. Aggiungete la cannella e mescolate con un cucchiaio di legno.
  3. Separate gli albumi dal tuorlo e sbattete quest’ultimo con lo zucchero che era rimasto. Quando sarà diventato spumoso versatelo nelle farine e girate.
    A parte montate gli albumi a neve fermissima. Incorporatelo all’impasto con movimenti lenti, che vanno dal basso verso l’alto, per fare in modo che l’aria entri un po’ alla volta.
  4. Aggiungete le gocce di cioccolato e mescolate tutto accuratamente.
  5. Rivestite una teglia con carta forno. Con l’aiuto di due cucchiai, leggermente unti di olio, prendete un po’ di composto e lasciatelo scendere sulla teglia. Infornate i biscotti di quinoa a forno già caldo a 160° per 12/14 minuti. Servite freddi.

Per chi vuole approfondire le letture su altri ricette vegetariane suggeriamo di leggere questo articolo in cui si parla di dieta vegana o dello street food.

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Monica Face

Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata